Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Turchia – Per il golpe fallito, 337 ergastoli

redazione

Almeno 337 le condanne all’ergastolo emesse da un tribunale di Ankara al termine di uno dei principali maxi-processi per il fallito colpo di stato del 15 luglio 2016 in Turchia, relativo alle azioni organizzate nella base aerea di Akinci, che fu il quartier generale dei golpisti. Tra i condannati ci sono decine di ex alti ufficiali e piloti di jet delle forze armate, accusati tra l’altro di aver bombardato il Parlamento e altre istituzioni simbolo.  Altri 60 imputati sono stati condannati a pene minori e 75 assolti.  Tra i capi d’accusa figuravano “tentato rovesciamento dell’ordine costituzionale”, “tentato omicidio del presidente della Repubblica” e “omicidio volontario”. L’ergastolo è stato inflitto anche ad almeno 4 civili, tra cui l’uomo d’affari Kemal Batmaz, tutti accusati di aver agito per conto della rete dell’imam e magnate Fethullah Gulen, ex alleato del capo dello Stato Recep Tayyip Erdogan, accusato di aver orchestrato il golpe. La giustizia di Ankara ne ha chiesto ripetutamente l’estradizione dagli Stati Uniti, dove è residente dal 1999, che è stata finora negata dalle autorità americane.