Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Tragedia del piccolo Luigi Marino, arrivano prime risposte per una morte assurda.

redazione

Montesano sulla Marcellana (SA) – E’ il tempo del dolore, certo, in attesa delle risposte per una morte assurda. Dall’esame esterno del corpicino di Luigi Marino, il bimbo di tre anni morto travolto mercoledi sera da una cisterna di acqua posizionata su di un carrello in località Cadossano nella frazione Scalo, in un terreno agricolo adiacente l’abitazione in cui viveva il piccolo con i propri genitori, emergono prime risposte. Il bimbo sarebbe morto per schiacciamento cranico. E’ quanto emerso al termine dell’esame esterno della salma del piccolo effettuata presso l’obitorio dell’ospedale di Polla. Dai primi approfondimenti di indagine emerge anche che il bimbo era seduto sulla sponda posteriore del carrello su cui erano posizionate due cisterne. Per cause in corso di accertamento, una delle due cisterne si è mossa scivolando fuori il carrello e travolgendo, così, il piccolo Luigi. Il tutto sotto gli occhi dei genitori. La Procura di Lagonegro ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo nei confronti dei genitori di Luigi Marino. Sul fatto indagano i carabinieri della compagnia di Sala Consilina, in attesa dell’esame autoptico disposto dalla Procura.