Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Serve un piano credibile per i conti pubblici e per la crescita

redazione

Per superare la crisi del coronavirus si dovranno evitare politiche di bilancio restrittive, ma è necessaria una strategia di lungo periodo che porti anche alla riduzione del debito pubblico. Lo ha detto Eugenio Gaiotti, capo del dipartimento Economia e statistica della Banca d’Italia, sottolineando che “è condivisibile la valutazione espressa nel Def, secondo cui l’economia avrà bisogno di un adeguato periodo di sostegno e rilancio, durante il quale politiche di bilancio restrittive sarebbero controproducenti. Allo stesso tempo, come sottolinea il Documento, non va trascurata l’elaborazione di una strategia di lungo periodo dalla quale dipende anche la riduzione del rapporto tra debito pubblico e Pil”. “La sostenibilità del debito – ha spiegato Gaiotti in un’audizione sul Def nelle commissioni bilancio di Camera e Senato – non è alterata da uno shock temporaneo, anche di ampia portata, in presenza di una strategia credibile per i conti pubblici e per la crescita dell’economia, che garantisca nel medio termine un’evoluzione favorevole del differenziale tra la dinamica del prodotto e l’onere medio del debito. Questo richiederà il contributo di tutte le politiche economiche e di tutte le componenti dell’economia”.