Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Serie A, la Juventus perde 4-2 contro il Milan, ma resta a +7 sulla Lazio

di Giuseppina Citera

Nella trentunesima giornata di Serie A perdono le prime due in classifica. La capolista Juventus ha perso in trasferta 4-2 contro il Milan. Dopo un primo tempo equilibrato i bianconeri sbloccano la sfida al 47′, quando Rabiot beffa Donnarumma con un tiro dal limite dell’area. Sei minuti dopo  Cristiano Ronaldo,  approfitta della disattenzione della coppia Romagnoli-Kjaer, raccoglie il pallone e con un sinistro sigla il 2-0. Poi la Vecchia Signora si spegne e subisce la rimonta dei rossoneri, che realizzano tre reti in 5 minuti con Ibrahimovic, che trasforma un calcio di rigore concesso per un tocco di mano di Bonucci, Kessie e Leao che segnano con un destro. Nel finale il poker di Rebic. La prestazione degli uomini di Sarri, dunque, non è stata positiva, perchè dopo aver realizzato il 2-0 è calata dal punto di visto fisico e mentale. La reazione è stata dettata dalla confusione e ha prodotto una sola vera occasione. A questa si aggiungono le disattenzioni della difesa che hanno provocato il rigore e la quarta rete. Da sottolineare, invece, la prova del Milan, che grazie alla sua organizzazione, alla capacità di concretizzare le occasioni costruite ha rimontato la sfida. Nonostante il risultato la Juventus conserva il +7 sulla Lazio, sconfitta fuori casa dal Lecce. I biancocelesti sono passati in vantaggio con Caicedo, ma sono stati rimontati da Babacar e Lucioni. Ad approfittare delle stop del duo di testa, è stata l’Atalanta, che ha vinto 2-0 in casa contro la Sampdoria, grazie alle reti di Toloi e Muriel, nella seconda frazione di gioco. Il nono successo consecutivo permette ai bergamaschi di salire al terzo posto in classifica e di portarsi a +1 sull’Inter, che non è andata oltre il 2-2 contro l’Hellas Verona. Dopo aver subito lo svantaggio di Lazovic, i nerazzurri hanno ribaltato il risultato grazie al gol di Candreva e all’autorete di Di Marco, ma nel finale Veloso sigla il pareggio. Deludente la prova della Beneamata, che si è accesa a tratti. La partenza è stata negativa ed ha sofferto il gioco dei veronesi, poi ha reagito, ma alla fine ha subito il pari. Per l’ennesima volta in stagione, dunque, non sfrutta i passi falsi delle concorrenti per ridurre il distacco in classifica e si è fatta rimontare. Sorride, invece, il Napoli, che ha rifilato un 2-1 il Genoa. Mertens firma il vantaggio, Goldaniga pareggia, ma il subentrato Lozano raddoppia. In zona salvezza successo importante per il Torino, che vince in rimonta 3-1 lo scontro diretto con il Brescia. Ecco gli altri risultati: Fiorentina-Cagliari 0-0, Bologna-Sassuolo 1-2, Roma-Parma 2-1 e Spal-Udinese 3-0.