Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Regione Campania – De Luca: basta pensare al pubblico impiego come parassitismo

redazione

“Io ho lanciato questa proposta per cominciare a svegliare chi dorme in questo paese, chiarendo che non ho nessuna intenzione di fare demagogia o di gonfiare di parassiti la pubblica amministrazione”. Lo ha detto Vincenzo de Luca, Presidente della Regione Campania, in merito alla sua proposta di creare 200mila posti di lavoro nella pubblica amministrazione. “Non abbiamo la possibilità di aspettare altri dieci anni, non è che da domani mattina assumiamo 200mila persone, intanto avviamo un processo”, afferma De Luca. “Se a nord abbiamo recuperato gli occupati dal 2008, il jobs act ha funzionato ma a nord, nel sud siamo ancora a 500mila dipendenti sotto”. Nel merito, “noi veniamo da dieci anni di blocco del turn over e con una dequalificazione drammatica”, per De Luca, “ci sono comuni e pronti soccorsi dove manca il personale per i servizi ordinari”. La Regione Campania “da 42 è passata a sette società partecipate, però quello che serve, serve” ed è sbagliato considerare il pubblico impiego come “parassitismo”. Nessuna connessione tempistica, sostiene De Luca, tra la sua proposta e il referendum costituzionale del quattro dicembre: “Le critiche mi sono arrivate dai radical chic e dalla sinistra ottusa che abbiamo anche nel mio partito”.