Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Questo è ciò che fa Angelo con il suo drone, volare in un cielo infinito

di Lorenzo Peluso

Credo sia iniziato tutto per caso; in realtà però so bene che il motto che contraddistingue il suo agire è: fare le cose fatte bene, altrimenti meglio non farle. Insomma, ci si può inventare videomaker senza neppure saperlo. Poi il successo arriva all’improvviso. Questa è la storia di Angelo, bancario di mestiere con la passione, recente, per i droni. Insomma, dopo aver per molti anni, calpestato l’erba verde dei campi da gioco, è stato anche un discreto portiere, si è appassionato a questi nuovi strumenti tecnologici che hanno rivoluzionato il significato della comunicazione visiva. In poco tempo, in realtà, è diventata una passione smisurata. Ha accettato la sfida di mettersi al servizio del bene comune, con quella sua passione che pian piano stà assumendo i contorni di una nuova professione. La parola d’ordine è migliorarsi ed i cambiamenti positivi a riguardo si vedono e come. Il lavoro di promozione che ha saputo fare in pochi mesi ha dell’incredibile. Appena ha qualche ora di tempo libero si inerpica tra le montagne fino alla vetta del Cervati armato del suo drone e la sua consolle ed inizia a volare e riprendere un modo straordinario, affascinante ed incredibilmente bello. Vola sulle faggete di Vallevona, sulle doline di vetta sulla cima del Cervati, tra i vicoli del centro storico di Sanza; lungo il corso del fiume Bussento. Poi ore in studio per scegliere le musiche, inserire i testi, montare le immagini. E poi la rete. Migliaia di visualizzazioni per i suoi video molto apprezzati dal popolo della rete. Così, quasi per caso, ha creato un canale di promozione del territorio che ha raggiunto risultati inattesi ed inaspettati. Migliaia di persone hanno potuto vedere, volare ed emozionarsi con le sue immagini radenti come se fosse un falco in picchiata che poi all’improvviso si leva verso l’infinito cogliendo tutte le sfumature di un paesaggio mozzafiato. Un lavoro di promozione territoriale che ha prodotto risultati eccezionali con centinaia di persone che chiedono notizie, altre decidono di visitare e conoscere le bellezze del Cervati. Ci vuole passione e dedizione, per fare le cose; tutte le cose. Lo fa gratis, sia chiaro, solo per il gusto di far conoscere al mondo le bellezze del territorio dove abita. Una sorta di orgoglio personale dove quel senso di appartenenza e di amore per la propria terra travalica i confini della passione. Insomma, questo è ciò che fa Angelo con il suo drone, volare in un cielo infinito alla ricerca dei particolari che emozionano il cuore e l’anima. Grazie Angelo.

PS se siete curiosi si può visitare la pagina cervati meeting su facebook.