Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Pastai Gragnano, Di Martino: “Produzione ok, ma dobbiamo investire”

redazione

Le prime stime sulla produzione del 2020 dei pastai di Gragnano (Napoli) danno indicazioni molto confortanti, allineate con i dati Ismea che vedono, per la produzione nazionale di pasta secca, nei primi sei mesi del 2020 una crescita su base annua dell’8% in volume e del 13,5% a valore. I dati sono stati forniti dal presidente del Consorzio dei produttori della pasta, Giuseppe Di Martino, nel corso dell’ incontro con il governatore uscente della Campania Vincenzo De Luca. “Durante il lockdown – ha detto Di Martino -li produttori gragnanesi hanno fatto uno sforzo per fare fronte al boom di richieste dall’Italia e dall’estero senza venire meno ai principi di eccellenza”. A febbraio e’ stato ufficializzato un accordo di collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop che prosegue e si rafforza, ed altri accordi e partnership sono all’orizzonte. ha annunciato Di Martino. I pastai chiedono finanziamenti necessari per una campagna di comunicazione internazionale “che rafforzi e mantenga alta la percezione di una qualità che dalla Campania viaggia attraverso un gustoso e salutare piatto di pasta di Gragnano Igp”. ” Contiamo di delineare entro quest’anno un Psr – ha detto De Luca in risposta ai produttori – con la finalità di sostegno delle diverse filiere produttive e delle diverse eccellenze della nostra regione”.