Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mongolfiera precipitata a Matera, chieste 4 condanne

redazione

Condanne a pene comprese fra nove mesi e quattro anni di reclusione sono state chieste oggi dal pm di Matera, Rosanna De Fraia, al giudice monocratico presso il Tribunale di Matera, Danilo Staffieri, nei confronti di quattro persone imputate a vario titolo, per negligenza o imprudenza, di cooperazione in omicidio colposo, nella morte, l’8 ottobre 2015, di Davide Belgrano e a Giuseppe Lasaponara, due studenti dell’ Istituto tecnico per geometri a indirizzo aeronautico “Adriano Olivetti” di Matera, deceduti nel corso di un volo di istruzione in mongolfiera nel territorio di Montescaglioso (Matera). Le richieste avanzate sono di quattro anni di reclusione ciascuno per Francesco Ruggieri, legale rappresentante dell’associazione Murgiamadre, società che organizzava i voli in pallone aerostatico nell’ambito della manifestazione denominata “Ballon Festival”, e per Paolo Barbieri, legale rappresentante della “Comunicazione in volo”, società emiliana coinvolta nella manifestazione stessa. Una condanna a nove mesi è stata chiesta per Eustachio Andrulli, all’epoca dirigente dell’Istituto tecnico; e la quarta richiesta di condanna, a un anno di reclusione, riguarda Luigi Fiore, docente dell’Istituto e responsabile di un progetto di alternanza scuola-lavoro. Per Andrulli e Fiore l’accusa ha chiesto la concessione delle circostanze attenuanti generiche. Il processo riprenderà il 19 luglio con le arringhe dei difensori degli indagati e delle parti civili. Nell’inchiesta era stato rinviato a giudizio il pilota tedesco Hans Rolf Friedrich, che era alla guida della mongolfiera il giorno dell’incidente, la cui posizione è stata stralciata nei mesi scorsi per motivi di salute. L’uomo, ultrasettantenne, è accusato di omicidio colposo per aver violato le norme sui voli in mongolfiera, procurando la morte dei ragazzi.