Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – Lo Spread Btp-Bund poco mosso a 149 punti base.

redazione

Lo spread tra Btp e Bund è pressochè stabile questa mattina. Il differenziale segna in apertura 149,3 punti base contro i 150 della chiusura di ieri. ll rendimento del decennale italiano è dello 0,9%. Euro ancora in lieve rialzo sul dollaro in avvio di mattinata . La moneta unica europea passa di mano a quota 1,1813 contro il dollaro a fronte del valore di 1,1802 di ieri sera a New York. Sullo yen la moneta unica scende invece a quota 124,8. Quotazioni del petrolio poco mosse sul mercato after hour di New York dopo i rialzi di ieri, sui dati delle scorte in calo . Il Wti con consegna a settembre passa di mano a 41,6 dollari l’oncia; il Brent segna 44,4 dollari al barile. Non si arresta la corsa delle quotazioni dell’oro sui mercati asiatici sull’onda delle’incertezze per l’andamento dell’economia mondiale. Il lingotto con consegna immediata passa di mano a 2.022 dollari l’oncia. In un anno i prezzi hanno guadagnato il 33% Borse asiatiche in ordine sparso, con materiali ed energia in rialzo, ma una serie di semestrali che pesano sulla fiducia degli investitori. Pesano soprattutto il calo dell’indice Caixin in Cina a 54,1 dal 58, 4 di giugno, mentre sale il Pmi composito, come il Pmi dei servizi in Giappone. Taiwan ha fatto segnare un +0,7%, la Corea +1,4%, in Giappone Nikkei -0,26%. A mercati ancora aperti Hong Kong guadagna lo 0,3%, Shanghai lo 0,08%, Shenzen lo 0,6%. Positivi i future dell’Europa e degli Usa. Quanto a dati macroeconomici n giornata anche l’indice Pmi composito in Spagna, Italia, Francia, Germania e nell’Ue, insieme alle vendite al dettaglio di giugno. In arrivo dalla Spagna la fiducia dei consumatori e dagli Usa i mutui, la variazione dell’occupazione e il saldo della bilancia commerciale di giugno, oltre agli indici Pmi composito e Ism su terziario, ordini e occupazione non manifatturiera. Trimestrali di Pirelli, Tenaris, Bper, Creval, Fila, Allianz, Bmw, Continental, Coca Cola, Commerzbank, Metro e Dialog Semiconductor.