Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – L’euro parte stabile a 1,1751 dollari

redazione

Partenza stabile per l’euro che passa di mano a 1,1751 dollari con un incremento solo frazionale dello 0,04% Avvio in rialzo per il prezzo dell’oro che sale a 1833 dollari l’oncia con un aumento dello 0,33%. Partenza debole del prezzo del petrolio dopo il crollo di ieri di oltre il 5%. Il Wti del Texas sale di appena lo 0,13% a 37,44 dollari al barile mentre il Brent del Mare del Nord è fermo a 39,11 dollari.  Seduta nel complesso debole per le Borse asiatiche ma lontane dai tonfi registrati mercoledì in Europa, a causa dei record di contagi covid e dei lockdown decisi da Francia e Germania, e a Wall Street dove è svanita la prospettiva di un accordo su un pacchetto di misure di rilancio prima delle presidenziali del 3 novembre. L’attesa per i risultati di circa 1.000 società cinesi, da cui gli investitori aspettano una conferma sul recupero dell’economia del gigante asiatico, ha spinto Shanghai (+0,11%) e Shenzhen (+0,47% a seduta ancora aperta. Il rimbalzo dei futures europei e americani ha contribuito poi a contenere le perdite degli altri listini. Tokyo ha lasciato sul terreno lo 0,37%, Seul lo 0,79% mentre Hong Kong perde lo 0,71%. Peggio ha fatto Sydney (-1,61%). Per la giornata odierna nel Vecchio Continente si guarda in prima battuta al meeting della Bce.