Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Mercati – La Borsa di Milano apre in piatta (-0,08%)

redazione

La Borsa di Milano apre piatta. L’indice Ftse Mib (-0,08%) si attesta a 19.365 punti. Le Borse europee aprono in ordine sparso, nel tentativo di rimbalzo dopo la performance negativa della vigilia. L’attenzione degli investitori si concentra sul confronto serrato per la Brexit tra Ue e Regno Unito e la sperimentazione dei vaccini per il coronavirus dopo lo stop di AstraZeneca. Sotto i riflettori anche il calo del prezzo del petrolio. Sul fronte valutario l’euro è in calo sul dollaro a 1,1766 a Londra. In rialzo Londra (+0,3%) e Francoforte (+0,17%), piatta Parigi (-0,02%) mentre è in calo Madrid (-0,12%). Le Borse asiatiche chiudono in calo, in scia con la flessione degli indici azionari statunitensi. Gli investitori guardano anche all’andamento delle sperimentazioni dei vaccini dopo lo stop dei test di AstraZeneca. Restano i timori per un ripresa economica lenta. I listini asiatici hanno risentito dell’andamento negativo del comparto farmaceutico e quello finanziario. In calo Tokyo (-1,04%). Sul fronte valutario lo yen si va apprezzando sul dollaro a 105,80 sul dollaro e a 124,50 sull’euro. A mercati ancora aperti sono in rosso Shanghai (-1,2%), Shenzhen (-1,9%), Hong Kong (-1%), Mumbai (-0,8%) e Seul (-1,1%). Giornata scarna di appuntamenti macroeconomici. In arrivo dagli Stati Uniti le nuove posizioni lavorative e le scorte di petrolio settimanali.