Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Lo Spread Btp-Bund apre in rialzo a 183 punti. Rendimento del decennale al 2,16%

redazione

Apertura in lieve rialzo per lo spread fra Btp e Bund. Il differenziale segna 183 punti contro i 180 della chiusura della vigilia. Il rendimento del decennale italiano è pari al 2,16%. Euro in rialzo all’avvio dei mercati. La moneta unica sfrutta un generale indebolimento del dollaro in attesa del discorso di questa sera del presidente della Fed Usa Janet Yellen e cresce dello 0,14% a 1,0521. Il biglietto verde perde terreno anche nei confronti dello yen a 114,24 (-0,2%). Nuovo calo del prezzo dell’oro che si riporta sui valori di inizio febbraio. Il metallo con consegna immediata scende dello 0,3% a 1230 dollari l’oncia a causa delle attese, sempre più evidenti, di rialzi dei tassi della Federal reserve Usa. Il rialzo delle scorte Usa diffuso ieri, segno di una produzione sempre cospicua che annulla i tagli decisi dall’Opec, continua a pesare sulle quotazioni del greggio. Il Wti del Texas resta sui 52,68 dollari al barile con un rimbalzo minimo rispetto al deciso calo della vigilia. Il Brent scambia a 55,15 dollari. Ultima seduta di settimana in ribasso per le Borse asiatiche e dell’area del Pacifico, che hanno seguito la chiusura negativa di Wall street: la peggiore è stata Seul, che ha ceduto l’1,1% finale, seguita (-0,8%) da Sidney, dove sono quotati diversi titoli che possono anticipare l’avvio dei loro settori in Europa. In calo anche Tokyo (-0,49% finale) sullo stop alla riduzione del valore dello yen, un trend che faciliterebbe le esportazioni dell’industria giapponese. Singapore in chiusura cede lo 0,7%, in direzioni diverse i listini cinesi: Shanghai -0,3%, Shenzhen +0,2%. Negativi i futures sull’avvio delle Borse europee.