Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Libri – “Il viaggio di Alberto Pizzo – Un piano segreto” del musicista Gianluca Fronda.

redazione

Venerdì 13 gennaio 2017, alle ore 18,  a  Napoli, nella prestigiosa Cappella Real Monte Manso di Scala in via Nilo 34, per gentile concessione della Fondazione Real Monte Manso di Scala, sarà presentato il libro “Il viaggio di Alberto Pizzo – Un piano segreto” del musicista Gianluca Fronda. Il libro, dedicato alla memoria del piccolo Francesco Caputo, noto come Spiderciccio, e a quella di tutti i bambini come lui che hanno lottato e che lottano contro il mostro delle malattie rare, è promosso dalla Fondazione Telethon, che ha offerto il murales realizzato dallo Street artist “Solo” nella Città della Scienza di Napoli. Per volere del pianista Alberto Pizzo, zio di un amichetto di Ciccio, parte del ricavato delle vendite del libro sarà destinato alla stessa Fondazione Telethon impegnata nella ricerca sulle malattie genetiche rare. Interverranno al dibattito: Mons. Vincenzo De Gregorio, Preside dell’Istituto Pontificio di Musica Sacra; il dottor Mimmo Schettino della Fondazione Telethon; e il giornalista Mario Basile. È prevista, inoltre, la partecipazione del Maestro e compositore italiano Franco Bixio.  Disponibile in tutte le librerie a partire dalla fine di gennaio con la prestigiosa prefazione dell’autore del best seller “The Meta Secret” Mel Gill, il libro uscirà, successivamente, anche in lingua inglese e in giapponese. Il libro delinea il profilo umano del  pianista partenopeo Alberto Pizzo,  e svela tra le righe il suo “piano segreto” per il successo tanto anelato, nonostante le difficoltà che incombono lungo il tortuoso cammino della vita. Ma è soprattutto la storia di un’amicizia, di quel “viaggio spirituale verso l’equilibrio” e verso le occasioni di impronta quasi divina che Alberto Pizzo riesce abilmente a riconoscere nella sua scalata verso le vette desiderate, e che si concretizzano nell’amore, nel viaggio in Giappone, nel viaggio negli Stati Uniti e nella conoscenza elevata della spiritualità. Il pianista, napoletano doc del centro storico, dove è più facile cadere nei tranelli del malaffare che dedicarsi al culto della musica e al genio della composizione, trova nel suo amore per la musica la strada verso l’affermazione. Il messaggio si concretizza nella possibilità di raggiungere traguardi elevati, restando umili e consapevoli che “ogni successo trascina con sé ulteriori mete da raggiungere. Perché si può sempre migliorare” e “Niente è impossibile”.  La  prefazione,  è stata scritta da  Mel Gill, autore del best seller “The Meta Secret” e produttore  dell’omonimo film. È fra gli esperti più accreditati a livello mondiale nell’ambito dello sviluppo personale e svolge attività di consulenza nelle più importanti e qualificate aziende. Ha tenuto seminari in oltre settanta Paesi.  Il  musicista  Alberto Pizzo, napoletano, laureato al Conservatorio San Pietro a Majella, si trasferisce a New York, e tiene concerti, oltre che negli Stati Uniti, in Giappone e in Europa. Recenti i suoi clamorosi successi negli eventi del 2015 di 3 Piano Generations – 3 pianos on stage, tra i quali quello tenutosi il 12 gennaio al Teatro Diana con Luis Bacalov e Danilo Rea; quello presso l’Auditorium del Porto Antico di Genova, il 10 aprile in trio con Luis Bacalov e Stefano Bollani e quello del 29 giugno al Teatro Romano di Spoleto al Festival dei 2 Mondi con  Rita Marcotulli e Luis Bacalov. Nel 2015 diventa “Official Artist Yamaha” e subito dopo entra nella famiglia della Sony Classical che ha pubblicato in Italia e nel mondo il capolavoro discografico “Memories”, registrato nel 2015 nello studio Uno degli Abbey Road di Londra con la London Symphony Orchestra, diretta dal maestro Luis Bacalov, anche direttore musicale e arrangiatore delle composizioni di Alberto Pizzo. Nella primavera del 2016 ha presentato il suo cd in Italia ed in diversi paesi nel mondo. La scorsa estate ha realizzato un documentario sulla sua città “Napoli attraverso la vita di Alberto Pizzo”, un viaggio tra  i luoghi ed i personaggi cult della città di Napoli, il documentario è andato in onda sul  principale canale della  tv  nipponica, NHK con grande successo di pubblico.  Gianluca Fronda,  pianista, compositore e scrittore amalfitano, nasce a Salerno, nel 1977. Si diploma in pianoforte al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. È un artista eclettico. È co-compositore del brano, Kronos, presente nell’ultimo cd di Alberto Pizzo, “Memories”.