Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Lavori di riparazione al centro oli di Tempa Rossa, stop agli impianti per 3 giorni

redazione

Per eseguire alcuni lavori di riparazione, gli impianti del centro oli di Tempa Rossa saranno fermati per tre giorni, “inclusi i tempi di arresto e riavviamento”: lo ha annunciato la Total, spiegando che “le prove di esercizio effettuate su una buona parte degli impianti hanno già permesso di verificare il corretto funzionamento di un gran numero di apparecchiature, linee e sistemi di rilevazione, di controllo e di allarme”. La compagnia ha deciso di “eseguire delle riparazioni sulle linee del vapore acqueo, nonché per interventi indirizzati all’ottimizzazione dei flussi di gas, per aggiornare il software del sistema elettronico di controllo e sicurezza degli impianti, e per altri interventi minori”. Durante i tre giorni di fermo della produzione, “la rete delle stazioni di monitoraggio ambientale rimarrà pienamente funzionante durante la fermata permettendo l’analisi dei dati rilevati, sia internamente che da parte dei tecnici ambientali di Arpab. Sono in corso le attività tecniche e documentali di preparazione della fermata, pertanto gli attuali livelli produttivi saranno mantenuti sostanzialmente invariati sino alla fermata degli impianti senza effettuare prove che coinvolgano nuove unità. In questa fase non sono pertanto previsti eventi anomali di rilievo, così come non ne sono stati rilevati in queste ultime settimane, ad esclusione di alcuni incrementi temporanei della fiamma in torcia con tutti i parametri ambientali rientranti ampiamente nei limiti di legge”. Infine, Total ha spiegato che “continuano ogni settimana, in giorni e orari diversi, le esercitazioni di emergenza con attivazione delle sirene di allarme, per valutare le tempistiche della messa in sicurezza del personale e degli impianti e per assicurare il più elevato livello di risposta in caso di incidente. Prima dell’avvio di ognuna di queste esercitazioni vengono informate le autorità locali”.