Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

L’attrice Sandra Milo tra i premiati della settima edizione del Premio Eccellenza Italiana

redazione

Si è svolto a Roma, presso il cinquecentesco palazzo della Santa Sede “San Carlo ai Catinari” e, a Washington DC, come da tradizione, la settima edizione del Premio Eccellenza Italiana. L’incerto momento legato al Covid non ha fermato i Comitati Nazionali del Premio specie quello americano e italiano che hanno lavorato per confermare l’appuntamento a Washington DC, tradizionale sede dell’iniziativa nella settimana dedicata a Cristoforo Colombo. Condotto dalla capitale Usa dalla scrittrice e presentatrice Amy Riolo, l’evento si è così arricchito di una preziosa “appendice romana” presentata da Massimo Lucidi, ideatore e segretario generale del Premio Eccellenza Italiana, grazie a una sede prestigiosa e un collegamento curato in prima persona da Padre Franco Ciccimarra barnabita e presidente Agidae che ha motivato tutti a fare, nel segno della prudenza e del distanziamento. L’evento, nello svolgersi dal vivo, ha prodotto la Speranza nei partecipanti di un Futuro possibile, più sostenibile e responsabile. Ma anche la voglia di riconoscersi attorno i valori del merito e del talento che sono i valori costitutivi del Premio, che sviluppa un networking internazionale legato al concetto di Eccellenza Italiana: il Premio è Famiglia, si è detto più volte, riportando alla mente la community che in questi anni si sta formando attraverso eventi, missioni e riconoscimenti. Il premio racconta l’Italia che merita. Quest’anno più che mai, alla VII edizione, al tempo del Covid, il premio ha assunto una valenza simbolica: non ci si ferma. Si resiste. Non si “lascia” nulla. Il racconto del Premio “raddoppia” tra Washington e Roma. Non solo è stato rivolto a professionisti di vari settori che si sono contraddistinti per il loro operato, ma anche alle aziende che contribuiscono ad evitare il tracollo dell’economia Italiana, continuando a produrre ricchezza per sé e per il sistema, per molte persone, in un momento storico tanto complicato. Quest’anno è stata premiata, l’Italia che si rialza e che si rimette in gioco. Professionisti e imprenditori. Medici in prima linea come il preside della facoltà di Medicina dell’Ateneo Aldo Moro, Loreto Gesualdo che con altri medici ha aperto a Roma un originale confronto tra Scienza e Fede. Tanti i nomi illustri che hanno partecipato alla tavola rotonda: Ugo Bardi dell’Università di Firenze, Giovanni Carnovale medico romano e accademico de La Sapienza, Andrea Del Buono medico e ricercatore, Piergiorgio Spaggiari fisico e medico, Giulio Tarro medico e virologo, Francesco Giorgino volto del Tg1, padre Franco Ciccimarra in qualità anche di docente e già Rettore della Pontificia Università Urbaniana e Monsignor Lucio Adriano Ruiz segretario del dicastero della Comunicazione della Santa Sede. Incarnando perfettamente questo ruolo e dando segnali di speranza, il Premio ha assegnato riconoscimenti ai tanti protagonisti piccoli e grandi di settori economici e culturali, attraverso le statuette e le targhe di benemerenza e di presidio di eccellenza. Segno di un gioco di squadra che ha coinvolto nei Comitati del Premio un lavoro di numerose associazioni sul territorio come Sinergitaly presieduta da Riccardo Di Matteo, Asmef presieduta da Salvo Iavarone , Cilp Italia presieduta da Antonio Pulcini, Arte e Tradizioni presieduta da Claudio Mele e Fondazione Carnovale presieduta dello stesso Giovanni Carnovale. Un particolare spazio è stato dato alla ricca sezione Cinema: la scrittrice, Martha Michelini e la regista, Carlotta Bernabei per  la serie “L’uomo in bianco” di Rai Premium e Rai Vaticano andata in onda anche su RaiUno per raccontare la vita dei Papi del 900… specie quella di Giovanni Paolo II. L’elezione a Papa, di Wojtyla nel 1978 è stata ricordata con malcelata e composta commozione nell’evento del Premio che ricorre lo stesso giorno, il 16 ottobre, nell’anno nel quale ricorrono i 100 anni dalla nascita del grande Papa polacco. Il lavoro della Michelini con la Bernabei ha fatto venire fuori l’umanità di questi straordinari Papi, in un linguaggio diretto ed emozionale sebbene di valenza documentarista. Premio alla carriera per l’attrice Sandra Milo. Il produttore cinematografico italo americano, Andrea Iervolino è stato premiato per  capacità visionarie e coraggio non mancano a questo talentuoso italiano sempre in viaggio che apre ponti culturali tra presente e passato, mondi vicini e lontani, vincendo ogni distinzione costruendo il Futuro.  La sezione Cinema è particolarmente valorizzata dal Premio, perché si sviluppano ben tre eventi collaterali che profumano di Cinema e spettacolo: la presenza istituzionale come Premio Eccellenza Italiana in “Casa Sanremo” per il Festival della Canzone Italiana con il patron Vincenzo Russolillo; a Palma di Maiorca per lo Smartphone Film Festival e a Venezia da 4 anni all’interno di Italian Pavilion all’Hotel Excelsior al Lido per il Festival del Cinema. Anche Tonino Lamborghini, Presidente Onorario del Premio Eccellenza Italiana, è coinvolto in iniziative nell’ambito cinematografico: è in produzione, infatti, il film dedicato alla storia del padre, Ferruccio Lamborghini, tratto da uno dei 5 volumi di Tonino Lamborghini, dal titolo: “Ferruccio Lamborghini, la storia ufficiale” (ed. Minerva). Ecco l’elenco completo dei premi consegnati. Nella Sezione Medicina è stato premiato il nefrologo, Loreto Gesualdo, preside  della Facoltà di Medicina dell’Università Aldo Moro di Bari. Abnegazione raccontata anche attraverso le immagini del lavoro fotografico “Io resto in corsia”. Nella Sezione Ricerca, invece, è stato insignito del premio,  il presidente dell’Anvur, Antonio Felice Uricchio per le straordinarie capacità di studio, di analisi e di ascolto fanno del professore, un rettore “gestore capace” e del valutatore un punto di riferimento istituzionale della Cultura del Merito e del Talento. Nella Sezione Università: il presidente dell’Università Telematica Unipegaso, Danilo Iervolino per le capacità organizzative e visione fuori dal comune. I due pilastri per sviluppare business e opportunità di sistema per il Paese, affermando la Cultura del Merito e del Talento. Nella Sezione Finance è stato premiato il presidente Capital Markets Consulting, Antonio Cogliandro, analista sensibile dotato di una visione d’insieme, capacità di analisi, ma soprattutto d’ascolto sono i tratti distintivi di un professionista capace di vincere questi tempi di cambiamento. Nella sezione Management: il manager della Leonardo Leone Group, Armando Perrone per la capacità di gestione di business diversi in tempi difficili richiede menti raffinate, umiltà, capacità di studio e personalità sensibili. Nella Sezione Marketing Territoriale, invece, è stato premiato il sindaco Comune di Pellezzano, Francesco Morra per aver aperto il territorio alle opportunità e ai temi del nostro tempo. Un sindaco guida della comunità, presente nei percorsi di gioia e di sofferenza con un generoso slancio personale. Nella Sezione Giornalismo, invece, sono stati premiati  Luca Marfè, giornalista camaleontico che preferisce allo status del corrispondente la contaminazione culturale. Ne viene fuori un racconto utilissimo frutto di tanto ascolto e di una testimonianza stilosa per analisi e scrittura e Annamaria Boniello, che viene considerata come un punto di riferimento per   i colleghi, un punto fermo delle storie di gran classe, che hanno contraddistinto il mito di Capri. Annamaria ha concorso al mito per un racconto unico, fascinoso e mai servile. Nella Sezione Start up, invece, è stato premiato il presidente  San Marco Venezia 1204, Andrea Colla. La Storia incoraggia lo scenario. Venezia offre il luogo unico al mondo. La storia di Famiglia nutre l’energia di questo giovane imprenditore visionario che porta Passione per le cose e lealtà alle persone e alle professionalità di cui si circonda. A premiare queste tante personalità sono intervenuti tanti Amici della Famiglia del Premio Eccellenza Italiana. Ha assunto particolare rilevanza per il tema della sostenibilità ambientale e innovazione di cui è protagonista, Roberto Pellegrini editore di The Map Report il periodico che sostiene e rilancia il progetto Citizen Platform di Unesco. Pellegrini assieme all’ex ministro Alfonso Pecoraro Scanio hanno partecipato al momento di conferimento delle statuette. Come abbiamo detto a Washington Dc con Amy Riolo e Antonella Discepolo del Comitato Usa si trovavano alcuni premiati straordinari e due altri collegamenti di grande valore. Giancarlo Chiancone medico e artista premiato nella capitale americana per il suo impegno culturale e professionale. Assieme a Constance Morella già membro del Parlamento, faro della comunità italiana per molti decenni e icona dell’impegno della donna in politica, nel partito repubblicano. In collegamento da New York Margaret Cuomo, sorella dell’attuale governatore Andrew Cuomo, premiata per il suo straordinario Impegno a favore della lingua italiana. In collegamento da Miami Giuseppe Castiello Premio alla Resilienza: il video che in rete racconta la sua storia è diventato virale grazie a Diego Ciaramella, membro del Comitato Usa del Premio ed una delle espressioni di marketing più innovative e internazionali in Florida. Insignita del Presidio di Eccellenza “Stellina Pizzeria” dello chef Matteo Venini & Mr Antonio Matarazzo. Le benemerenze sono particolari riconoscimenti concessi in deroga ai comitati per meriti personali, particolari ai Talenti che vengono segnalati attraverso le candidature durante l’anno. A Roma sono state concesse le benemerenze del Premio Eccellenza Italiana al dottore e plurilaureato Giulio Deangeli, un giovane intelligentissimo quanto umile e pieno di entusiasmo e competenze, nella sezione Università e Ricerca, Alberto Clerici, nella sezione Industria, alla Secret Tecnologie Investigative, alla Day Italia News nella sezione Stampa, A Tommy Miglietta e Jacopo Mastrangelo nella sezione Musica. Nella sezione Moda, invece, il premio è andato al Gruppo Stile De Virgilio. Due riconoscimenti sono andati a Cantine Pandora nella sezione Cantine Pandora e all’architetto Francesco Antonio Scianni e Progetto Rialzati Italia, nella sezione professionisti. I Presidi di Eccellenza sono particolari riconoscimenti concessi dalla segreteria del Premio a iniziative locali meritorie di essere raccontate nell’ambito delle iniziative collaterali che il Premio stesso produce o promuove. Si tratta di luoghi simbolici di elevato Networking nel quale i Comitati del Premio si riconoscono e si riuniscono. Ecco i premiati: Effetto Notte Arte e Musica, Tiramisù′ World Cup, Museo Ferruccio Lamborghini, Agriturismo Nonno Luigino, Vini San Gregorio, Azienda Agricola La Rocchetta, Azienda Agricola Albamarina, Hotel Dei Cavalieri The Square Milano, Stabia Europa Hotel, Vivaio Linea Verde Nicolini, Frantoio Gargiulo Sorrento, Osteria ai Pastini.