Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Imprese – Ad aprile export extra Ue -44,2%, ai minimi dal ’93

redazione

Ad aprile, il peggioramento delle condizioni della domanda internazionale e le misure di contenimento dell’epidemia da Covid-19 adottate in Italia e nei principali paesi partner, determinano un’eccezionale contrazione dell’export verso i paesi extra Ue (-44,2). Alla caduta tendenziale dell’export – la più ampia registrata dalla nascita del mercato unico europeo nel 1993 – contribuisce per 20 punti percentuali la netta riduzione delle vendite di beni strumentali. Lo ha reso noto l’Istat. In deciso calo anche l’import (-32,7%), alla cui flessione tendenziale contribuisce maggiormente la diminuzione degli acquisti di energia e beni intermedi (rispettivamente per 15 e 8 punti percentuali). Ad aprile 2020 si stima, per l’intescambio commerciale con i paesi extra Ue27 , una netta riduzione congiunturale per le esportazioni (-37,6%) e, in misura meno ampia, per le importazioni (-12,7%).