Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Giffoni Film Festival, ecco il programma della cinquantesima edizione

redazione

L’attesa è finita: da domani e fino al 29 agosto 305 giurati della sezione Generator +13 potranno finalmente ricominciare a vivere le emozioni di #Giffoni50 con il cuore palpitante, gli occhi illuminati e appassionati, perché il festival è meraviglia e sorpresa. Si riempie dei sogni e dei sorrisi dei giurati che, tra curiosità e fantasia, trovano il posto in cui raccontarsi liberi. E Giffoni, ancora una volta, è pronto a superare qualsiasi tipo di distanza e raggiungere i suoi ragazzi ovunque, coinvolgendoli in proiezioni, confronti, occasioni di riflessione: ad accompagnare i juror in presenza, infatti, saranno 1200 ragazzi di 32 hub in Italia e 14 all’estero. Dal 25 al 29 agosto cinque giorni carichi di incontri ed eventi. Si continua con le grandi anteprime: amicizia, fedeltà, dedizione e tenacia sono i valori alla base di “Balto e Togo: la leggenda”, il film di Brian Presley previsto per il 26 agosto con Notorious Pictures. Con”Endless” di Scott Speer, in programma il 27 agosto distribuito da Eagle Pictures, incontreremo Riley (Alexandra Shipp) e Chris (Nicholas Hamilton) due giovani da poco diplomati e innamoratissimi. Quattro invece gli eventi speciali: il 28 agosto Infinity è orgogliosa di presentare “Ragazzi irresponsabili”, il documentario sui giovani impegnati nel movimento green del Fridays for Future, cofinanziato attraverso l’Infinity Lab. Lo stesso giorno Eleonora Gaggero, Ludovica Francesconi, Gaja Masciale, Jozef Gjura, Alfa e la regista Alice Filippi presenteranno in anteprima il trailer e le prime inedite scene di “Sul più bello”. Il teen dramedy, in sala il prossimo autunno, è prodotto da Eagle Pictures e diretto da Alice Filippi, da un soggetto di Roberto Proia (Come non detto) che ha scritto la sceneggiatura con Michela Straniero. Il 29 agosto è il giorno di “Hangry Butterflies”, il documentario di Maruska Albertazzi prodotto da Blindspot Studios con Rai Cinema. Il mondo non visto di Federico Fellini, quello esoterico, spirituale, psicoanalitico e soprannaturale, sarà la lente di ingrandimento privilegiata attraverso cui #Giffoni50 rende omaggio al grande Maestro, in occasione del centenario dalla nascita. Sabato 29 (ore 22 Yaris Arena) sarà infatti proiettato il film”Fellini degli spiriti”,per la regia di Anselma Dell’Olio. Il documentario, prodotto da Mad Entertainment con Rai Cinema in coproduzione con Walking the Dog, Arte e Rai Com, arriverà nei cinema di tutta Italia solo il 31 agosto, 1 e 2 settembre, distribuito da Nexo Digital. Numerosi i talenti, si parte domani con la giovanissima Ludovica Martino, tra le protagoniste del film Netflix Sotto il sole di Riccione, l’omaggio al cinema balneare anni ’80 di Carlo Vanzina. Il 26 agosto, toccherà a Lorenzo Zurzolo: il grande successo è arrivato con la serie tv Netflix “Baby”, per la regia di Andrea De Sica e Anna Negri. Sarà invece Benedetta Porcaroli, il 27 agosto, ad accendere le luci della seconda tranche del festival. Classe 1998, l’abbiamo vista di recente nel ruolo intenso e struggente di Anna in “18 regali”, il film diretto da Francesco Amato. Incontrerà i juror per raccontare le sue esperienze nel mondo del cinema, ma anche gli esordi e le paure che l’hanno accompagnata nella scalata verso la notorietà. Il 28 agosto Max Giusti torna a Giffoni, non per parlarci di cinema o di televisione, ma per raccontarci il suo esordio nel mondo digital. E il 29 agosto è la volta del giovane atleta Manuel Bortuzzo per un momento particolarmente emozionante: racconterà la sua storia fatta di sogni e rinunce ma anche di coraggio e forza. Presenterà il suo libro “Rinascere – l’anno in cui ho ricominciato a vivere” che ripercorre la sua vita, dai successi, passando per il dolore fino alla rinascita. Chiudiamo con Gaia, vincitrice dell’ultima edizione di “Amici di Maria De Filippi”, anche lei vera rivelazione del 2020. Ricomincia anche la Impact con un percorso di approfondimento e confronto riservato a 75 giovani che avranno l’opportunità di incontrare uomini e donne di scienza, arte, cultura, spettacolo, istituzioni, imprenditoria, sport, giornalismo. E tra i tanti nomi c’è sicuramente quello di Toni Servillo, attore e regista teatrale, atteso a Giffoni il 26 agosto. Uno dei più grandi interpreti italiani, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, protagonista del film premio Oscar “La Grande Bellezza”. Vincitore di due European Film Award, quattro David di Donatello, quattro Nastri d’argento, due Globi d’oro, tre Ciak d’Oro e del Marc’Aurelio d’Argento. E ancora: Angelo Curti, produttore e presidente Teatri Uniti; Niko Romito, pluristellato chef di grande talento, per un appuntamento a cura di In Cibum, scuola di alta formazione gastronomica di Pontecagnano Faiano (Salerno), Paolo Vizzari, gastronomo ed esperto di marketing territoriale by In Cibum; Domenico De Maio, direttore dell’Agenzia Nazionale Giovani con il progetto Ang Radio; Valer Longo, presidente della Fondazione Valter Longo Onlus, docente di biogerontologia, direttore dell’Istituto sulla Longevità alla Usc (University of Southern California) – Davis School of Gerontology di Los Angeles; Antonluca Matarazzo, direttore generale della Fondazione Valter Longo Onlus; Marco Bellezza, amministratore delegato di Infratel; Ruggero Cappuccio, drammaturgo, scrittore, regista, direttore del Napoli Teatro Festival; Filippo Satolli, ceo di StartUpItalia!; Spazio alla Fondazione Barilla con Sonia Massari; Massimo Osanna, direttore dei Musei del Mibact e Direttore Generale della Sovrintendenza di Pompei; Antonio Maglio, head of Human Knowledge (Joule – Scuola di Eni per l’Impresa); Paolo Liguori, direttore del sistema all-news TgCom24; Domenico De Masi,  sociologo e Luciano Stella, produttore cinematografico Mad Entertainment. Non mancheranno nomi di primo piano del panorama musicale italiano e della tv che incontreranno i giovani per raccontare il dietro le quinte di due settori dello spettacolo seguitissimi e amati dai ragazzi. Samuel (25 agosto), voce e anima dei Subsonica, ci presenterà il suo nuovo singolo e ci parlerà della scena autoriale Italiana elettropop. Nella stessa giornata anche Sara Potente di  Sony Music, discuterà della sua nuova nomina di Keychange Ambassador per l’Italia, ruolo assegnatole dalla campagna per il riconoscimento della parità di genere nell’industria discografica e Francesca Monte pronta a raccontare la nuova scena di artisti campani. Guè Pequeno (26 agosto) è la quota Urban di quest’anno, il primo da vent’anni sulla scena da numero uno, il secondo fra i più promettenti e neo disco di platino. Sempre mercoledì Shablo, fra i migliori hitmaker italiani, parlerà del mercato discografico e di come gestire un artista nel 2020. Spazio ancora al talento campano con Rocco Hunt e Svm attesi il 27 agosto. Mentre Aiello e Ernia (28 agosto) sono la quota indie del festival. Da domani prende il via anche Mastercluss Cult, volta all’approfondimento con maestri del cinema, della letteratura, dell’arte e rivolta a 60 giovani campani. Si parte con i corsi tenuti da Marco Ponti e Andrea Jublin: un affascinante viaggio a metà tra scrittura e macchina da presa. Ponti, regista, sceneggiatore e drammaturgo, che ha firmato, tra gli altri, i famosissimi “Santa Maradona” e “Io che amo solo te”, sarà protagonista del ciclo sul tema “Dalla parola scritta a quella recitata”. Mentre Jublin, regista, attore e sceneggiatore, autore de “Il supplente”, nomination nella sezione cortometraggi degli Oscar 2008, racconterà ai giovani il complesso rapporto tra parole e frame, nel corso “Dal racconto per immagini al racconto di immagini”. Tra gli ospiti il regista Carlo Sironi, l’attore Claudio Segaluscio, il critico cinematografico Nick Vivarelli; l’agente cinematografico Daniele Orazi, la sceneggiatrice Isabella Aguilar; la regista Laura Lucchetti; il regista Fabrizio Laurenti; il regista Davide Lorenzano e l’attore salernitano Yari Gugliucci. E ancora tre giovani e talentuosi interpreti, Giampiero De Concilio, Francesco Serpico e Massimiliano Caiazzo saranno i protagonisti di una masterclass creata in collaborazione con Do Cinema di Daniele Orazi. Due grandi nomi chiudono la sezione: il 28 agosto Raoul Bova ripercorrerà la sua intensa carriera insieme ai giffoner, dagli esordi nel 1992 fino alle interpretazioni che lo hanno consacrato come uno degli attori italiani più amati dal pubblico. Mentre, il 29 agosto, Sergio Castellitto, tra gli interpreti più intensi e talentuosi del cinema italiano, insignito per ben tre volte del David di Donatello. Quest’anno Giffoni ha scelto di dare una linea comune agli incontri istituzionali. La domanda principale che muta, a seconda delle responsabilità dei rappresentanti pubblici, è “Dimmi cosa succede…”. Hanno accolto l’invito Gaetano Manfredi, ministro dell’Università e della Ricerca che, domani alle 11.30, incontrerà giurati, giffoner e masterclasser. Il 27 agosto in collegamento streaming, Lucia Azzolina, ministro dell’Istruzione, racconterà le nuove sfide che attendono il mondo della scuola. Nello stesso giorno anche Maria Stella Gelmini e ai giovani di Giffoni Innovazione parlerà di Europa, Piero De Luca. Il 28 agosto Sergio Costa, ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Carlo Sibilia (28 agosto), sottosegretario di Stato del Ministero dell’Interno. Luigi Di Maio (29 agosto), ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Paola Pisano (29 agosto), ministro per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione. La chiusura, sabato 29, è invece affidata ad Anna Laura Orrico, sottosegretario ai Beni e alle Attività culturali, delegata ufficialmente dal Ministro Dario Franceschini. La stessa domanda “Dimmi cosa succede nella mia Regione?” sarà posta ai rappresentanti istituzionali del territorio. A discuterne con i ragazzi ci saranno Valeria Fascione, assessore regionale alle Startup, all’Innovazione e all’Internazionalizzazione, Chiara Marciani, assessore regionale alla Formazione e alle Pari Opportunità.