Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Eurispes: in Italia aumentano vegetariani e vegani

Aumentano gli italiani che, per motivazioni diverse, escludono dalla propria tavola carne, pesce o alimenti di origine animale: nel 2020, sulla base di dati Eurispes, sono quasi il 9% con un incremento del 25% rispetto all’anno precedente. La tendenza è confermata da Everli: dall’analisi degli gli ordini effettuati sul sito e via app il marketplace della spesa online ha registrato, nell’ultimo anno, un aumento del 14% per quanto riguarda l’acquisito di prodotti vegetariani e vegani rispetto allo stesso periodo 2019. Con l’indagine risulta, osservando la distribuzione a livello geografico degli acquisti, che “nelle regioni a nord della penisola si riscontra un’alta concentrazione di carrelli rigorosamente vegani, con un picco importante soprattutto in Pianura Padana, mentre la dieta vegetariana caratterizza l’intero Stivale con una maggior concentrazione soprattutto al centro nord”. Relativamente alla stagionalità lo studio rileva che a gennaio di quest’anno si è registrato il picco di spesa per l’acquisto dei prodotti del settore che ha riguardato soprattutto i secondi piatti. I cibi e alimenti che rientrano nella categoria dei condimenti sono stati acquistati invece per la maggior parte in primavera, mentre il boom di spesa per i primi piatti è stato registrato tra settembre e dicembre. Viene segnalato che il tofu è il prodotto vegano più acquistato dagli italiani, mentre i vegetariani preferiscono i burger vegetali. Emilia Romagna e Lombardia sono le regioni più vegan dello Stivale, la Toscana è al primo posto tra quelle vegetariane.