Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Elezioni regionali in Campania: I Cinque stelle al 9,93%, il centrodestra al 18,05%

redazione

Si è concluso con notevole ritardo lo spoglio delle 5.827 sezioni in Campania per le elezioni del presidente del consiglio regionale. Il governatore uscente e candidato per il centrosinistra, Vincenzo De Luca, sfiora il 70%, e chiude con il 69,49%. Stefano Caldoro, sostenuto dalle liste di centrodestra si ferma al 18,05%, mentre la candidata del M5S, Valeria Ciarambino è poco sotto il 10% con il 9,93%. Come è emerso già dai dati provvisori, il Pd si attesta prima forza politica in regione (16,90%), davanti alla lista De Luca presidente (13,31%). Bene anche Italia Viva che ottiene il 7,37%. Terzo partito è il M5S, mentre deludono le liste di centrodestra. Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni non va oltre il 5,97%, ma è comunque davanti alla Lega (5,65%) e Forza Italia (5,16%). Staccati di molto gli altri candidati presidente: Giuliano Granato di “Potere al Popolo” (1,20%), Saltalamacchia Luca con “Terra” (1,07%), Sergio Angrisano “Terzo Polo” (0,16%), Giuseppe Cirillo con il “partito delle buone maniere” che si attesta sullo 0,10%. A Pomigliano d’Arco, città natale dell’ex capo politico dei Pentastellati e attuale ministro degli Esteri, Luigi di Maio, il partito più votato è proprio il M5S. Ottimo risultato anche per la lista “Noi Campani” di Clemente Mastella che tra Benevento e provincia supera i 100mila voti. Ora c’è attesa per conoscere i candidati che sono riusciti a conquistare un seggio nel parlamentino. Il candidato che ha ottenuto più preferenze è il consigliere uscente del Pd, Mario Casillo che ha raccolto più di 42mila presenze.