Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Elezioni regionali e candidature. I mal di pancia dei leghisti nel Vallo di Diano.

redazione

I mal di pancia, in vista delle elezioni regionali in Campania, per l’area del Vallo di Diano, non sono solo per il Movimento 5 Stelle. Se i pentastellati hanno criticato nettamente le recenti regionarie per la scelta dei candidati, non condividento innazitutto la leader campana Valeria Ciarambino, a prendere le distanze dalle scelte dei partiti ci stanno pensando, nelel ultime ore anche diversi esponenti della Lega. Il primo, in questo caso a manifestare tutta la sua amarezza è stato il sindaco di Roscigno, Pino Palmieri che pubblicamente  ha lasciato il partito di Matteo Salvini esternando la sua delusione. Ora è toccato a Loredana Maraniello, coordinatrice a Sala Consilina che, nella giornata di ieri, ha comunicato le sue dimissioni attraverso una mail indirizzata al leader Matteo Salvini e alla Lega Salerno. La scelta della Maraniello sarebbe riconducibile a «insanabili divergenze e contrasti», come spiegato proprio dall’ormai ex coordinatrice cittadina di Sala Consilina. «La nuova gestione della Lega Salerno nulla ha a che vedere con la mission del partito e con i valori di territorialità e militanza, base della Lega a livello nazionale», ha detto Loredana Maraniello spiegando le motivazioni che l’hanno portata a rassegnare le dimissioni da coordinatrice cittadina. Insomma, è risaputo che quando poi si devono chiudere le liste per le sfide elettorali, escono fuori, è così da sempre, tutte le divergenze.