Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Eccola la Fiat 500e, la rivoluzione elettrica per tutti.

redazione

Tre varianti, berlina, cabrio e 3+1 con una porta aggiuntiva sul posteriore destro che si apre controvento, due livelli di potenza da 70 kW e 87 kW. Previste anche due differenti batterie agli ioni di litio da 23,8 kWh e 42 kWh di capacità, rispettivamente con autonomia dichiarata di 180 km e 320 km nel ciclo Wltp. Nel 1957 a Mirafiori nasceva Fiat 500, un’auto destinata a diventare icona del Made in Italy su quattro ruote, emblema dei luoghi più suggestivi della Dolce Vita felliniana e volto dell’italianità all’estero. Oggi a distanza di più di sessant’anni nello stesso stabilimento vede la luce una versione più moderna e decisamente al passo con i tempi per quanto riguarda la mobilità sostenibile. È la nuova 500 e, dove e sta per full electric,. Dal passato riprende stile e design per evolversi all’insegna dell’avanguardia tecnologica, è connessa e capace di assistere il conducente alla guida. Tre gli allestimenti previsti, Action, Passion e Icon; grazie alla sua compattezza, conferma la sua natura urbana, sottolineando l’ottimo connubio con l’alimentazione elettrica e la capacità di adattarsi ad un utilizzo quotidiano, grazie ad una gestione sapiente della ricarica della batteria. Lunga 3,63 metri, larga 1,68 e alta appena 1,52 metri, nuova 500 è equipaggiata, nella versione Action, con un motore elettrico da 70 kW e batteria a ioni di litio con capacità di 23,8 kWh, per una autonomia maggiore di 180 km nel ciclo Wltp, oltre 240 nell’uso urbano. L’accelerazione 0-100 km/h è pari a 9,5 secondi mentre la velocità è autolimitata a 135 km/h. La 500 Action adotta il sistema fast charge da 50 kW che consente di ricaricare la batteria per una autonomia di 50 chilometri in meno di dieci minuti. Per quanto riguarda gli esterni. Il livello intermedio è costituito dalla 500 Passion, equipaggiata con motore elettrico da 87 kW di potenza e batteria agli ioni di litio da 42 kWh di capacità, per una autonomia fino a 320 km nel ciclo Wltp che aumentano fino a 460 km nel solo uso cittadino. È dotata di fast charge da 85kW, che consente di ricaricare da batteria scarica l’80% del range in 35 minuti e 50 km in circa 5 minuti. Accelera da 0-100 km/h in 9 secondi e mantiene la velocità massima autolimitata di 150 km/h. Al vertice dell’offerta c’è Nuova 500 Icon, identica nella dotazione meccanica rispetto alla Passion, ma con equipaggiamento al top di gamma. La versione in prova per ANSA Motori è la cabrio in allestimento Icon, quella con batteria maggiorata e autonomia dichiarata fino a 320 km nel ciclo WLTP. Alla guida si nota immediatamente un comportamento di tutto rispetto nelle accelerazioni mentre la ripresa è brillante. Lo sterzo è diretto, solide invece sono le sospensioni che assorbono bene le asperità della strada. Tre le modalità di guida selezionabili: normal, range e sherpa, quest’ultima pensata per offrire la massima efficienza. L’abitacolo è silenzioso e riserva inaspettatamente tanto spazio per gli occupanti. La scelta dei materiali è curata nel dettaglio, il sistema di infotainment UConnect 5 consultabile attraverso uno dei due display è intuitivo e veloce. L’italianità di quest’auto è sottolineata da alcuni dettagli in rilievo che si possono scorgere negli interni. Gli Adas aiutano il conducente nelle manovre cittadine, dove gli spazi ridotti e le condizioni di traffico mettono a dura prova chi si trova al volante. I prezzi di questa urban car a zero emissioni si aggirano attorno ai 26mila euro per la entry level (che diventano circa 16mila sfruttando gli incentivi statali). La top di gamma con batteria maggiorata costa invece 30mila euro, 20mila sempre sfruttando i bonus previsti dallo Stato.