Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Curiosità – Infermiere di Sanza candidato al Consiglio comunale di Cascina PI

di Lorenzo Peluso

A Cascina, cittadina toscana alle porte di Pisa, si è già nel pieno della campagna elettorale per le elezioni comunali. Tra i diversi candidati, al consiglio comunale, anche un cilentano. Lorenzo Peluso, infermiere di professione, originario di Sanza. Candidato nella lista di Dario Rollo che proverà il ‘salto’ nelle prossime elezioni comunali di Cascina, forte di un’esperienza di governo che lo ha già visto protagonista da quando Susanna Ceccardi è passata al Parlamento europeo. Dario Rollo infatti per alcuni mesi è stato il sindaco reggente. Abbiamo chiesto al candidato Lorenzo Peluso, perchè di questa scelta.

“Sono un padre, un marito; un infermiere di professione. Sono nato al Sud, a Sanza, conosco il concetto ed il valore del sacrificio e del lavoro. Qui, ho trovato la mia strada, ho realizzato la mia famiglia – afferma Peluso –  In questa città, ho compreso il significato di laboriosità ed impegno. Ho deciso ora di restituire a questa città, tutto ciò che ho ricevuto, mettendomi al servizio dei concittadini. Offrendo impegno e abnegazione per costruire, insieme, la città che vogliamo per i nostri figli” afferma Lorenzo Peluso.

Naturalmente non potevamo non chiedergli cosa si prefigge di realizzare e quale sarà il suo contributo se sarà eletto nel Consiglio comunale di Cascina, un comune di 45 129 abitanti, costeggiato dal fiume Arno che ne delimita il confine con i comuni di Vicopisano e San Giuliano Terme.

“Io credo nel valore della solidarietà. Il mio impegno sarà innanzitutto rivolto alle persone in difficoltà. E’ necessario realizzare e concretizzare la città del welfare, dove coloro che hanno maggiore difficoltà e bisogno, possano trovare nell’amministrazione cittadina un punto di riferimento. L’ascolto, poi però l’azione; l’agire. Credo in questo modello di operatività che mette al centro la serietà e l’impegno della parola data. Ci vuole rigore nell’agire, ma soprattutto impegno. Nel campo sociale particolare attenzione sarà rivolta ai giovani e agli anziani, categorie maggiormente esposte alle variazioni del contesto socio-economico. L’impegno sarà innanzitutto ridare dinamismo economico, finanziario e commerciale alla città. Credo sia necessario in questo periodo, per superare l’emergenza post covid, agire con determinazione per dare l’occasione a tutti di superare le difficoltà. Aiuti e supporto alle iniziative imprenditoriali e commerciali. Rimettere al primo posto l’emergenza occupazionale; avviare un programma concreto che rivisiti il tema della presenza e l’integrazione dei migranti. Accoglienza e servizi, ma anche rispetto delle regole, senza alcuna deroga. In questo contesto credo che si dovrà agire con la concreta volontà di mettere a disposizione risorse per la realizzazione di iniziative che rispondano ai bisogni sociali oggi così presenti nella nostra città. Per fare questo innanzitutto è necessario rafforzare la rete di dialogo e collaborazione con le associazioni presenti realizzando insieme un percorso di sostenibilità e autonomia organizzativa. E’ nostro dovere riconoscere e sostenere l’importanza di quelle forme di partecipazione sociale riconducibili al vasto mondo delle associazioni di volontariato. Penso alle necessarie azioni da mettere in campo per favorire l’autonomia e l’integrazione sociale dei disabili del territorio di Cascina” ha concluso Lorenzo Peluso.