Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Crisi – Servono gli Eurobond e servono subito

redazione

Servono gli Eurobond e servono subito. O l’Italia “non firmerà” nessun accordo in Ue. Il premier Giuseppe Conte rilancia. Non si accontenta, dice chiaro e tondo, del “passo avanti” fatto dall’Eurogruppo. L’Ue deve mettere sul piatto “almeno 1500 miliardi” e un fondo finanziato da uno strumento con gli Eurobond, perché serve “una potenza di fuoco proporzionata alle risorse di un’economia di guerra”. Su questo Conte promette battaglia. E dà battaglia, contro Matteo Salvini e Giorgia Meloni che lo accusano di aver aperto al Mes, il tanto vituperato fondo salva Stati: “Non è attivato alcun fondo. Sono falsi e irresponsabili e ci indeboliscono in Ue”, dice chiamandoli per nome in diretta tv. Usa “metodi da regime totalitario”, protestano i leader dell’opposizione. Ma il Mes divide anche la maggioranza e alimenta tensioni in un vertice fiume a Palazzo Chigi. Così come divide la proposta Pd di un contributo di solidarietà per i redditi oltre gli 80mila euro. La firma Graziano Delrio e non piace a tutti i Dem ma Conte la boccia: “Non è all’orizzonte”.