Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Crisi – Prezzi alla produzione in lieve rialzo

redazione

Secondo le stime di Eurostat, in ottobre i prezzi alla produzione industriale sono aumentati dello 0,1% sia nell’area dell’euro che nell’UE a 28 se comparati a quelli del settembre 2019. Rispetto al mese di ottobre dello scorso anno, i prezzi sono diminuiti dell’1,9% nell’area dell’euro e dell’1,6% nell’UE a 28 paesi. Nello specifico, rispetto a settembre 2019, l’istituto segnala un aumento dello 0,7% nel settore energetico, dello 0,3% per i beni di consumo non sostenibili e dello 0,1% sia per i beni strumentali che per i beni di consumo sostenibili, mentre sono diminuiti dello 0,3% i beni intermedi Gli aumenti più elevati dei prezzi alla produzione industriale sono stati registrati in Belgio (+ 2,3%), nei Paesi Bassi (+ 0,9%), in Danimarca e in Spagna (entrambi +0,5%), mentre le diminuzioni maggiori sono state osservate in Grecia (-2,0%), Estonia (-0,7%) e Lettonia (-0,6%). Se comparati con i dati dello scorso anno, i prezzi sono diminuiti del 7,9% nel settore energetico e dell’1,0% per i beni di scambio, mentre sono aumentati dell’1,4% per i beni strumentali, dell’1,5% per i beni di consumo insostenibili e dell’1,6% per i beni di consumo sostenibili e dell’1,6% per i beni di consumo sostenibili beni di consumo. La diminuzione maggiore dei prezzi alla produzione industriale è stata registrata in Danimarca e in Italia (entrambi -4,1%), Grecia (-4,0%) Belgio (-3,0%), mentre gli aumenti più elevati sono stati osservati in Bulgaria (in crescita del 3,8%), in Romania (in crescita del 2,9%) ed in Slovenia (+ 1,9%).