Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Crisi – L’industria a luglio segna il primo calo annuo da 2 anni -0,1%

redazione

Nuova e netta contrazione della produzione dell’industria nell’area euro. A Luglio ha registrato un calo dello 0,8 per cento rispetto al mese precedente, una diminuzione della stessa entità di quella segnata a giugno, secondo i dati di Eurostat, l’ente di statistica dell’Unione europea. In questo modo la variazione su base annua della produzione è piombata a valori negativi, un meno 0,1 per cento a fronte del più 2,3 per cento di giugno. Si tratta della prima variazione negativa su base annua da due anni a questa parte, secondo quanto rispondono da Eurostat per trovare un altro calo bisogna risalire al luglio del 2016, quando la produzione registrò un meno 0,2 per cento. Tornando alla variazione mensile, spicca il fatto che a determinare la flessione generale è stata una pesante contrazione della produzione sui beni di consumo: meno 1,9 per cento su quelli durevoli e meno 1,3 per cento di quelli non durevoli. I beni intermedi invece, così come quelli strumentali hanno segnato un più 0,8 per cento, l’energia un più 0,7 per cento. Tra le grandi economie dell’area euro solo la Francia è scampata al calo generale, con un più 0,7 per cento su mese. In Germania la produzione è calata dell’1,8 per cento, così come in Italia, e si tratta dei due primi paesi per il manifatturiero europeo, mentre in Spagna è scesa dello 0,3 per cento.