Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Coronavirus, in Campania 2.924 positivi nelle ultime 24 ore

redazione

Torna leggermente a salire la curva dei contagi in Campania. E tornano anche le polemiche del governatore Vincenzo De Luca sulla ‘zone’ individuate dal Governo. “Una buffonata”, ribadisce. E sulla zona rossa della Campania aggiunge: “”E’ tutto aperto e il livello dei controlli è uguale a zero. Parlare di zona rossa mi fa innervosire, indignare. Cari cittadini ve lo dico, noi siamo nelle mani del Padreterno e della Regione Campania”. Intanto la percentuale positivi-tamponi che negli ultimi giorni si era abbassata, da ieri ha ripreso a risalire. Nelle ultime 24 ore, secondo quanto reso noto dall’Unità di Crisi della Regione Campania, sono 2.924 i positivi – 2650 asintomatici – su 22.301 tamponi esaminati. La percentuale positivi-tamponi è pari al 13,1%; ieri era pari al 12,6%. Sale a 63 il numero dei decessi: 37 nelle ultime 48 ore e 26 in precedenza ma registrati ieri a seguito di accertamenti. 2.263, invece, le persone guarite. Oggi, all’ospedale Cardarelli di Napoli, il primo donatore di plasma iperimmune. È Carlo Molino, direttore dell’Unità operativa complessa di chirurgia generale I e chirurgia del pancreas, uscito da pochi giorni da una forma fortemente sintomatica. “Il dibattito sull’utilità del plasma Covid è aperto – spiega Molino – questo plasma servirà proprio a quei ricercatori che dovranno comprendere se e in che modo il plasma iperimmune potrà essere un’arma efficace contro il Covid”. Al Presidio Ospedaliero “Luigi Curcio” di Polla (Salerno), invece, saranno installate le apparecchiature necessarie per la processazione dei tamponi molecolari Sars Cov 2. Con la collaborazione ed il coordinamento dell’Istituto Zooprofilattico sarà garantita una maggiore velocità di refertazione dei tamponi in un’area vasta che comprende il territorio del Vallo di Diano e del Golfo di Policastro, Bussento e Mingardo. “Prosegue il piano – ha sottolineato De Luca – per il potenziamento delle strutture sanitarie della nostra regione. Il laboratorio dell’ospedale di Polla, in una zona particolarmente colpita nella prima fase della pandemia come il Vallo di Diano, è un particolare segno di attenzione al territorio, nell’ottica del potenziamento e miglioramento dei servizi sanitari”. Ancora in calo, invece, i nuovi contagiati al Covid nel Casertano, mentre prosegue il trend positivo di guariti: oggi sono 778 (oltre tremila negli ultimi tre giorni), a fronte di 554 nuove positività, con una percentuale del 20% dei test risultati positivi (2748 i tamponi processati nelle ultime 24 ore). Cala dunque, per il quinto giorno di fila, il numero delle persone attualmente positive, che scende a quota 15061.