Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Campania, nuova ordinanza in tema di scuola

di Antonella D'Alto.

Era stata annunciata nella serata di sabato e ieri è stata firmata la nuova ordinanza regionale, la numero 90, in tema di scuola in Campania. Un argomento sul quale si è tanto discusso e che è stato anche al centro di diverse proteste da parte di genitori e studenti. Ora, con la Regione in zona rossa, dopo alcune settimane di didattica a distanza per tutte le scuole campane, si ci appresta a ritornare in aula, almeno per l’infanzia e le prime classi delle primarie. Nel dettaglio, da oggi al 23 novembre, “restano sospese le attività educative in presenza dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia nonché la didattica in presenza delle prime classi della scuola primaria”. In vista della ripresa di tali attività dal 24 novembre “è dato mandato alle Asl di assicurare l’effettuazione di screening, attraverso tamponi antigenici, su base volontaria, al personale, docente e non docente delle classi interessate, agli alunni e relativi familiari conviventi”. Da oggi e fino al 29 novembre restano sospese le attività didattiche in presenza delle classi della scuola primaria diverse dalle prime, nonché quelle delle prime classi della scuola secondaria di primo grado e le attività dei laboratori. Anche per queste classi le Asl organizzeranno, a partire dal 24 novembre, screening con tamponi antigenici, su base volontaria, al personale docente e non docente, agli alunni interessati e relativi familiari conviventi, in vista della ripresa delle attività in presenza prevista dal 30 novembre, compatibilmente con il quadro epidemiologico rilevato sul territorio. Restano consentite in presenza le attività destinate agli alunni con bisogni educativi speciali o con disabilità. Infine le aziende di trasporto pubblico locale dovranno modulare l’erogazione dei servizi minimi essenziali in modo da evitare il sovraffollamento dei mezzi.