Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Campania, De Luca: “Tamponi di massa per tutelare i cittadini”

redazione

“Oggi la Campania è una regione a contagi zero al netto dei focolai di Mondragone. Andremo a cercare noi i contagi nelle prossime settimane. La Campania non è interessata a coprire problemi, ma a risolvere i problemi in maniera definitiva per tutelare la salute e serenità dei nostri cittadini”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in diretta su Facebook. “Faremo tamponi di massa laddove dovessero verificarsi dei contagi”, ha aggiunto. Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, parla della situazione di Mondragone, dei palazzi della Ex Cirio, come di “una situazione incancrenita da dieci anni di fronte alla quale tutti hanno girato la testa”. Una questione che “prima che alla Regione spetta in primo luogo al ministero dell’Interno, alla prefettura, alle forze ordine” ma “per dieci anni si è fatto finta di non vedere che questo problema c’era”. “Quando siamo entrati negli appartamenti per fare i test abbiamo trovato decine di persone ammassate, affitti in nero pagati a cittadini italiani – ha aggiunto- eppure nessuno ha visto niente. “La Regione fa le ordinanze ma sono le forze dell’ordine che devono far rispettare le ordinanze e questo a Mondragone non è avvenuto”. Lo ha detto in diretta Fb, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Ora la situazione con l’arrivo dell’esercito e di altre forze dell’ordine è migliorata ma per De Luca “le forze sono comunque insufficienti perchè la quarantena piaccia o non piaccia deve durare quindici giorni”. Sottolinea che “non sono state fatte discriminazioni tra cittadini bulgari e italiani, noi pensiamo agli esseri umani, non alle nazionalità”. Annuncia, poi, che arriverà a Mondragone una rappresentante dell’ambasciata bulgara “per spiegare bene quello che succedendo e che le regole vanno rispettate”. “In questi due mesi vedrete di tutto ma noi non abbiamo tempo da perdere su demagogia, sondaggi falsi, sciacallaggio”. Lo ha detto, il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in merito ai due mesi da qui alle elezioni regionali. “Noi resteremo concentrati sui problemi dei cittadini e delle imprese”, ha aggiunto. “Non daremo l’intesa, non diremo che siamo d’accordo con le misure che saranno prese”. Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in merito alla conferenza Stato-Regioni sulla scuola, che ribadisce la “nostra critica ferma al ministro dell’Istruzione per la quale i problemi della scuola sono diventati marginali rispetto alla politica politicante” “Non daremo l’intesa perchè consideriamo irresponsabile il voto il 20 settembre e non è stato definito l’organico dei docenti”, ha aggiunto.