Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Camerota (SA), giovedì il convegno “Un altro turismo è possibile”

redazione

Camerota, Paestum e Velia insieme per firmare un protocollo d’intesa volto ad un progetto turistico più ampio che tende a valorizzare le bellezze materiali e immateriali del territorio. Giovedì 5 marzo 2020, alle ore 17.00, all’hotel America di Marina di Camerota, si terrà l’incontro “Un altro turismo è possibile”. Al tavolo dei relatori Mario Salvatore Scarpitta, sindaco di Camerota; Teresa Esposito, assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Camerota; Adriana Moroni, docente e ricercatrice dell’università di Siena; Franco Alfieri, sindaco di Capaccio Paestum; Pietro D’Angiolillo, sindaco di Ascea; Tommaso Pellegrino, presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni; Maria Tommasa Granese, responsabile settore archeologico della Soprintendenza; Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco archeologico di Paestum e Velia; Corrado Matera, assessore al Turismo della Regione Campania. «L’incontro – afferma Scarpitta – mira a creare una filiera di valorizzazione del patrimonio dell’intero Cilento attraverso ovviamente il museo archeologico di Paestum e Velia come grandi attrattori. Il Comune di Camerota dispone di un enorme patrimonio e soprattutto di un bacino turistico a livello internazionale molto ampio e può sicuramente favorire questo processo unendo bellezze e competenze». A margine del convegno sarà sottoscritto il protocollo d’intesa tra il Parco archeologico di Paestum e Velia e il Comune di Camerota. «L’obiettivo dell’accordo tra il Parco Archeologico di Paestum e il Comune di Camerota, dal canto nostro, è quello di dare opportunità innovative e strategiche al patrimonio culturale del Comune di Camerota – aggiunge l’assessore Teresa Esposito -. La sinergia con il grande attrattore campano, darà a Camerota la possibilità di essere conosciuta e poi scelta dal turista che visiterà gli scavi di Paestum, attraverso la promozione che verrà programmata al parco archeologico». «Occorre però creare un modello Cilento – continua il primo cittadino di Camerota Scarpitta -. Per questo motivo a questo incontro saranno presenti i grandi attori di questa filiera. Il lavoro che sta mettendo in campo questa amministrazione è di grande valorizzazione del territorio, non a caso oggi ci viene riconosciuto dalla Borsa internazionale del Turismo di Milano che sceglie Camerota per aprire i convegni nello stand della Regione Campania. Poi il prestigio di diventare con SpeleoKamaraton la capitale mondiale della speleologia per l’anno 2021. E poi c’è la grotta della Cala che vede crescere in modo esponenziale le proprie visite e il turismo archeologico e paleontologico. Insomma, oltre al nostro meraviglioso mare, c’è anche altro. E ora, finalmente, l’Italia lo sa. Il Cilento – chiosa Scarpitta – ha avuto una grandissima crescita negli ultimi tempi e ora, con questi segnali di unione e cooperazione, si farà il salto di qualità definitivo che collocherà questo territorio ancora più in alto nella classifica delle mete più ambite d’Europa».