Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Calcio, non pagavano le tasse: sequestrati 5 milioni agli ex gestori dell’Avellino

redazione

Quasi cinque milioni di euro di beni mobili e immobili e su conti correnti sono stati posti sotto sequestro dalla Guardia di Finanza di Avellino nei confronti di otto persone indagate per omesso versamento delle imposte, emissioni di fatture per operazioni inesistenti e false comunicazioni sociali. Le indagini, avviate dal febbraio del 2017, sono coordinate dal Procuratore capo, Rosario Cantelmo, che ha chiesto e ottenuto dal Gip del Tribunale di l’Avellino il sequestro per equivalente. I provvedimenti fanno riferimento agli allora gestori della squadra di calcio cittadina e una delle piu’ importanti cliniche private. Le attività investigative svolte dal Nucleo tutela finanza pubblica delle Fiamme Gialle ha documentato come gli indagati, a vario titolo, abbiano posto in essere un articolato sistema finalizzato soprattutto all’evasione delle imposte e ad omettere i versamenti Iva. L’ammontare complessivo dell’omesso versamento di ritenute è stato calcolato in quasi 1 milione di euro, lo stesso importo non versato per l’Iva. Quasi 800 mila euro fanno invece riferimento a fatture utilizzate per operazioni inesistenti e quasi 2 milioni di omesso versamento di somme dovute, mediante l’utilizzo a compensazione di crediti inesistenti.