Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Basilicata, l’allarme della Coldiretti: “Nelle dighe mancano 50 milioni di metri cubi di acqua”

redazione

Nelle principali dighe della Basilicata sono contenuti “attualmente circa 250 milioni di metri cubi di acqua, 50 in meno rispetto allo stesso periodo del 2019”: loa ha detto Coldiretti Basilicata, definendo “evidenti” anche in regione le conseguenze dell’aumento generalizzato delle temperature. “In particolare è nell’invaso di Monte Cotugno che si registra il calo maggiore, con 41 milioni di metri cubi in meno rispetto ad un anno fa”. Secondo Coldiretti, “di fronte alla tropicalizzazione del clima servono opere strutturali per raccogliere l’acqua nei momenti più piovosi creando bacini aziendali e utilizzando le ex cave e le casse di espansione dei fiumi per raccogliere acqua, ma occorrono anche interventi di manutenzione, risparmio, recupero e riciclaggio delle acque. Gli agricoltori sono già impegnati a fare la propria parte per promuovere l’uso razionale dell’acqua, lo sviluppo di sistemi di irrigazione a basso impatto e l’innovazione con colture meno idro-esigenti non deve essere dimenticato che l’acqua è essenziale per mantenere in vita sistemi agricoli senza i quali è a rischio la sopravvivenza del territorio e la competitività dell’intero settore alimentare”.