Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Agricoltura in Campania, dalla Regione 140 milioni per favorire il ricambio generazionale

redazione

“La Regione Campania ha approvato la graduatoria unica regionale definitiva del bando di attuazione del Progetto Integrato Giovani. Si tratta di una importante novità per il Psr Campania. attraverso questa misura l’amministrazione intende accelerare il processo di rinnovamento della nostra agricoltura favorendo, al tempo stesso, l’ingresso di giovani neo-imprenditori e le condizioni per garantire la redditività delle aziende al primo insediamento e la loro permanenza nel comparto – lo ha reso noto Nicola Caputo, Consigliere delegato all’Agricoltura del presidente De Luca”. “Sono stati ammessi a finanziamento, per un importo complessivo di 140 milioni di euro, – spiega Nicola Caputo – 728 progetti di cui 208 già finanziati nelle settimane scorse o per i quali è prossimo il trasferimento dei fondi. Le domande ammissibili ma non finanziabili per esaurimento della dotazione finanziaria del bando sono 1.431”. “Con l’approvazione della graduatoria finale, frutto dell’ottimo lavoro della task force costituita ad hoc, trova finalmente compimento l’iter del Progetto Integrato Giovani, – spiega ancora Nicola Caputo, delegato – strumento fondamentale per accelerare il ricambio generazionale in un settore, quello agricolo, che è chiamato a svolgere un ruolo decisivo per lo sviluppo della Campania e, in particolare, delle aree a rischio di marginalizzazione” “Nelle scorse settimane – ricorda Caputo – la Regione Campania ha approvato la graduatoria unica regionale del secondo bando di attuazione della tipologia 4.1.1 “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole”, tra le più rilevanti del Programma di Sviluppo Rurale. Sono in fase di trasferimento 61 milioni di euro a 252 imprese agricole beneficiarie per la realizzazione o l’ottimizzazione delle strutture produttive aziendali, l’ammodernamento o il completamento della dotazione tecnologica e per il risparmio energetico. Si tratta di progetti che, in linea con gli obiettivi della 4.1.1, mirano ad accrescere la redditività e la competitività delle aziende agricole rimuovendo i fattori di debolezza strutturali”. “La Campania ha fatto grandi passi in avanti in tutti i settori grazie al lavoro e la caparbietà del presidente Vincenzo De Luca. Possiamo essere soddisfatti anche del lavoro svolto, in questo anno di attività, nel settore dell’Agricoltura. – conclude Nicola Caputo – Ma va comunque fatta una riflessione perché l’agricoltura, avrebbe dovuto e, può ancora rappresentare una prospettiva concreta per le giovani generazioni che hanno riscoperto la ricchezza ed il valore del lavoro in questo settore. Purtroppo le buone intenzioni manifestate dall’amministrazione non hanno sempre trovato giusta applicazione nella realtà. Stiamo lavorando per superare errori e ritardi accumulati per costruire il futuro dell’agricoltura in Campania”.