Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Agenzia delle entrate: stop agli accertamenti fiscali

redazione

Stop agli accertamenti fiscali per l’emergenza coronavirus. Lo stabilisce una direttiva del direttore generale dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, dopo il decreto dell’11 marzo per il contrasto alla diffusione del Covid-19. Sono sospese “le attività di liquidazione, controllo, accertamento, accessi, ispezioni e verifiche, riscossione e contenzioso tributario da parte degli uffici dell’Agenzia delle entrate a meno che non siano in imminente scadenza (o sospesi in base a espresse previsioni normative)”. Per affrontare l’emergenza coronavirus anche l’authority per l’energia ha deciso di bloccare i distacchi per morosità per luce, gas e acqua. Lo comunica l’Arera, sottolineando che “tutte le eventuali procedure di sospensione delle forniture di energia elettrica, gas e acqua per morosità, di famiglie e piccole imprese, vengono rimandate dal 10 marzo e fino al 3 aprile”. Viene inoltre istituito “un conto presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali, con disponibilità fino a un miliardo, per garantire la sostenibilità degli attuali e futuri interventi regolatori a favore di consumatori e utenti”. Dovranno quindi essere “interamente rialimentate le forniture di energia elettrica, gas e acqua eventualmente sospese (o limitate-disattivate) dal 10 marzo. Dal 3 aprile il fornitore interessato a disalimentare-ridurre la fornitura del cliente moroso è tenuto a riavviare la procedura di sospensione e procedere nuovamente alla sua costituzione in mora”.