Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

A Sanza il sindaco, con gli altoparlanti per le strade del paese, ad implorare di “stare a casa”.

di Lorenzo Peluso.

Sanza (SA) – Non avrei mai immaginato di poter vedere il sindaco, il primo cittadino, salire sulla macchina del Comune, prendere l’altoparlante ed implorare le persone di stare a casa. “Vi prego di stare a casa, è il vostro sindaco che vi parla. E’ necessario che ognuno resti a casa per il bene di tutti. Vi prego state a casa!”. Una voce metallica, amplificata dagli altoparlanti che commuove addirittura. Il sindaco impegnato ogni giorno in Comune per gestire l’emergenza è in continuo contatto con la Task Force regionale e la Prefettura. La decisione presa questa mattina, dopo la notizia della prima vittima da Covid 19 nel Vallo di Diano, di parlare direttamente ai cittadini con l’ausilio di un altoparlante,  è frutto della preoccupazione che a causa di persone che ancora non rispettano le restrizioni possano contribuire alla diffusione del virus. “Sono un padre, e mi preoccupo per i miei figli. Sono un medico e mi preoccupo per le persone anziane, per i miei pazienti; per le persone più fragili. Sono il sindaco di una comunità matura, intelligente, una comunità fiera ed orgogliosa del proprio modo di essere. Ecco perché mi rivolgo a quei pochi, ma che ci sono, che ancora sottovalutano la pericolosità di questa emergenza. E’ necessario stare a casa, per il bene di tutti e per il futuro di tutti noi” ha commentato il sindaco Esposito.