Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Vincenzo De Luca nel mirino del Governo. Stop al doppio ruolo dei governatori-commissari sanità

redazione

Il governo ci ripensa e De Luca ora è nel mirino. Marcia indietro sul doppio ruolo governatore-commissari sanità: torna l’incompatibilità fra i commissari per il rientro dei piani sanitari e ogni altro incarico ricoperto presso la regione. E’ quanto prevede un emendamento del relatore Emiliano Fenu (M5S) al dl fiscale, approvato dalla commissione Finanze del Senato, che ripristina il limite rimosso dalla legge di bilancio per il 2017 e contenuto nel Patto per la salute 2014-2016. La norma si applica anche ai commissariamenti in corso, con 90 giorni per procedere alle nuove nomine. La misura che consentiva il doppio incarico era stata battezzata “pro De Luca” perché subito dopo la sua introduzione il presidente della Regione campania fu nominato commissario ‘ad acta’ per il risanamento della sanità regionale. M5S e Lega avevano più volte tentato di introdurre lo stop in diversi provvedimenti.