Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Vacanze di Pasqua – Gli italiani non rinunciano al ristorante.

redazione

Gli italiani non rinunciano al ristorante per Paqua e Pasquetta. questo il quadro evidenziato dalla Federazione italiana pubblici esercizi che prevede per le giornate del 16 e 17 aprile un incremento delle presenze nei ristoranti dell’1,5% rispetto al 2016 con una spesa previsita di 182 milioni di euro. “Un risultato soddisfacente – commenta Lino Enrico Stoppani, presidente di Fipe – favorito dal calendario di quest’anno che posiziona le festività pasquali a primavera inoltrata, in un periodo di gite fuoriporta”. Tra i dati più interessanti emersi dalle rilevazioni dell’Ufficio studi si segnala la crescente attenzione riservata a proposte di menù a filiera corta, con prodotti biologici e stagionali, che quest’anno riguarderanno ben il 40% dei ristoranti. Quest’anno i ristoranti in attività saranno il 92,6% del totale contro il 91,2% dell’anno scorso, e il maggiore ottimismo si traduce in un saldo positivo (+2,6%) tra ristoratori ottimisti (14,3%) e pessimisti (11,7%) sulla clientela da servire per il pranzo di Pasqua. Per il pranzo di domenica 16 aprile si prevedono 3,7 milioni di clienti, in aumento dell’1,5% sul 2016. Per quanto riguarda la tipologia di clientela, circa il 45% delle persone che pranzeranno fuori casa sono turisti, principalmente italiani. Per lunedì 17 aprile Fipe prevede che 8 ristoranti su 10 saranno aperti, in leggero aumento rispetto al 2016. Si attendono indicativamente 2,7 milioni di clienti con un lieve decremento (-0,6%) sul 2016, dovuto con tutta probabilità alla maggiore propensione alla gita fuoriporta data la primavera inoltrata. ingredienti in tante ricette.