Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Tutto pronto per il Transanatolia Rally in Turchia

redazione

Dopo aver attraversato l’Italia, scoperto il Cilento e le bellezze di un sud sconosciuto, con l’Italian Challenge, centinaia di motociclisti di tutto il mondo, ma anche appassionati di fuoristrada, si preparano a percorrere quasi 2500 chilometri, tanto misurerà il percorso del Transanatolia Rally in Turchia per questo 2018. Solo due settimane fa, la sosta a Sanza, nel Cilento, poi l’arrivo a Maratea, perla della Lucania. Ora, tutti a lavoro per l’ottava edizione del tour su due ruote che si prospetta sulla carta, nel vero senso della parola, straordinario. Proprio in questi giorni infatti si sta disegnando il road book della gara, un rally di alto livello. Per i piloti stranieri che hanno già dato la loro adesione e anche per un percorso che sarà davvero impegnativo ed altamente selettivo. Tante le novità in serbo da parte dell’organizzazione – la TransAnatolia Sport Organisation – a cominciare proprio dal percorso che torna ad essere ad anello, con partenza ed arrivo dalla stessa città, come fu qualche anno fa con Ankara: la gara partirà quest’anno da Izmir e sempre sulla splendida città che si affaccia sulla costa turca del Mar Egeo si chiuderà dopo sette giorni. L’altra novità riguarda la data: Il Transanatolia Rally per la prima volta si correrà quest’anno ad inizio agosto, dal 4 all’11 per la precisione. Il percorso, in via di ultimazione in questi giorni, prevede 3 tappe con 400 chilometri e con un tracciato compreso fra i 250 e i 380 chilometri con la consueta alternanza di alberghi e bivacchi a fine giornata. Qualche dettaglio in più sul percorso nei prossimi giorni.