Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Turismo – Solo il 43% dei viaggiatori conosce i diritti dei passeggeri

redazione

Bruxelles – La Commissione europea ha pubblicato il 13 gennaio i risultati di un sondaggio Eurobarometro sui diritti dei passeggeri nell’Unione europea. Secondo il sondaggio, il 43% dei cittadini dell’UE che negli ultimi 12 mesi hanno viaggiato in aereo, treno a lunga percorrenza, autobus, nave o traghetto sa che l’UE ha stabilito dei diritti per i passeggeri. I diritti dei passeggeri sono definiti a livello dell’UE e applicati dai fornitori del servizio di trasporto; gli organismi nazionali si occupano di garantirne il rispetto. A causa di prassi nazionali divergenti, può risultare difficile per i passeggeri sapere esattamente cosa fare e a chi rivolgersi, soprattutto nel caso di passeggeri che si spostano da un paese all’altro dell’UE. La Commissione ha già intensificato gli sforzi per migliorare la chiarezza e la conoscenza dei diritti dei passeggeri, in particolare attraverso proposte legislative sui diritti dei passeggeri nel trasporto aereo e nel trasporto ferroviario, orientamenti interpretativi e comunicazioni periodiche sulla giurisprudenza pertinente. Ha inoltre condotto una campagna di sensibilizzazione sul tema.