Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Tribunale di Potenza, il Consiglio di Stato conferma la sentenza del Tar

Il Consiglio di Stato ha confermato oggi la sentenza con la quale, nel gennaio dello scorso anno, il Tribunale amministrativo regionale del Lazio annullò – su ricorso del magistrato Alberto Iannuzzi, oggi consigliere della sezione civile della Corte di appello di Potenza – la delibera di nomina di Rosario Baglioni a Presidente della sezione penale del Tribunale di Potenza da parte del Consiglio Superiore della Magistratura. Per la definizione della vicenda sarà necessario attendere un’altra decisione del Tar del Lazio perché Iannuzzi ha impugnato un’altra delibera del Consiglio Superiore della Magistratura che, lo scorso settembre, confermò la nomina di Baglioni. Il CSM dovette riesaminare la sua decisione di nominare Baglioni proprio in conseguenza dell’accoglimento, da parte del Tar del Lazio, del ricorso di Iannuzzi. Baglioni fu nominato all’unanimità dal CSM il 15 settembre 2016 e si insediò circa due mesi dopo. Iannuzzi – all’epoca consigliere alla sezione penale della Corte di appello di Potenza – presentò il ricorso ritenendo che alcune sue esperienze direttive non fossero state valutate dall’organo di autogoverno dei giudici.