Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Tramutola (PZ), ricordato l’attentato del 2009 a Kabul

redazione

I sei paracadutisti della brigata “Folgore” che morirono il 17 settembre 2009 in un attentato avvenuto a Kabul, in Afghanistan, sono stati ricordati oggi, a Tramutola (Potenza), in una manifestazione durante la quale un Tricolore è stato consegnato alla famiglia del capitano Antonio Fortunato, che fu tra le vittime e che era originario del paese del Potentino. Oltre a Fortunato, morirono quel giorno a Kabul i paracadutisti Roberto Valente, Giandomenico Pistonami, Matteo Mureddu, Massimiliano Randino e Davide Ricchiuto: i loro nomi sono stati ricordati dal colonnello Lucio Di Biasio, comandante del Comando militare Esercito “Basilicata”, il quale ha sottolineato che le famiglie dei caduti “dignitosamente sopportano un dolore lacerante e incolmabile”. La manifestazione è cominciata con il lancio di un paracadutista, il colonnello Paolo Filippini, dell’Associazione nazionale paracadutisti: appena ha toccato il suolo nel campo sportivo, il Tricolore è stato donato alla famiglia Fortunato. Oltre a Di Biasio, sono intervenuti il comandante della Legione Carabinieri Basilicata, il generale di brigata Rosario Castello, e il presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Carmine Cicala. Una corona di allora è stata deposta ai piede del monumento che ricorda i caduti in Afghanistan, nella piazza di Tramutola intitolata al capitano Fortunato.