Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Torraca (SA) – Al via un corso per diventare assaggiatori nazionali di vino

di Antonella D'Alto

Un corso per diventare assaggiatori nazionali di vino ha preso il via a Torraca promosso dall’ Onav, l’organizzazione nazionale assaggiatori di vino, nata ad Asti nel 1958, allo scopo di rendere disponibile un corpo di assaggiatori affidabili e preparati, atti a svolgere la delicata ed impegnativa funzione. Il corso che ha preso il via a Torraca presso il Castello Baronale Palamolla è stato presentato a cura del delegato provinciale Ciro Macellaro, del consigliere Massimiliano Cosenza e dell’ enologo Marco Serra, facente parte del corpo docenti. Sarà strutturato in 15 lezioni divise in 13 teoriche e 2 visite in aziende vitivinicole del Cilento. Tutte le lezioni saranno tenute da docenti universitari, enologi ed esperti del settore. Il compito dell’ assaggiatore è di certificare la qualità dei vini, definendone le caratteristiche tecniche e qualitative. Si tratta quindi di una figura fondamentale all’interno delle cantine e delle aziende vitivinicole, poiché si assaggiano i vini dalla botte, prima che vengano messi in commercio individuando eventuali problematiche e correzioni da apportare. L’assaggiatore è una figura diversa dal sommelier che, invece, si concentra principalmente sulle caratteristiche organolettiche e sensoriali del vino, giudicandone il sapore, la consistenza, il retrogusto con lo scopo di creare i giusti abbinamenti con le pietanze, per dare supporto e assistenza ai clienti. “L’intenzione dell’amministrazione -dichiara il Primo Cittadino di Torraca Francesco Bianco – è di riprendere le antiche tradizioni torrachesi. Il nostro paese è stato ed è terra di buon vino; perciò vorremmo che sia di nuovo conosciuta per questo motivo. Questo corso è fondamentale perché consente di gettare le basi affinché Torraca diventi in futuro la “Città del Vino”.