Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Strategia mondiale per il settore alimentare. Il Senatore Alfonsio Andria detta la sua ricetta.

redazione

"Viva soddisfazione" è stata espressa dal Vice Presidente della Commissione Agricoltura al Senato, Alfonso Andria, per l’approvazione all’unanimità della mozione su una strategia mondiale per il settore alimentare, che il gruppo del Partito democratico, per primo, ha promosso attraverso l’iniziativa dei senatori Maria Teresa Bertuzzi e Roberto di Giovan Paolo.
Andria, che è intervenuto in dichiarazione di voto a nome del gruppo Pd, ha evidenziato "la necessità di insistere su due fronti per produrre più cibo laddove è più urgente: adottare politiche e programmi per assicurare sostentamento a milioni di poveri a rischio di inedia; promuovere misure per aiutare l’agricoltura dei Paesi in via di sviluppo attraverso un potenziamento della produttività e un ampliamento della produzione, al fine di creare reddito e opportunità di impiego per le popolazioni rurali povere". Andria ha poi aggiunto che "occorrerebbe articolare un programma sostenuto da una robusta visione di carattere politico-culturale e di scenario, che punti ad iniziative estremamente concrete. È evidente dunque l’esigenza di un cambio di marcia, a partire proprio da una diversa considerazione del ruolo che l’agricoltura può esercitare, non soltanto per la valorizzazione delle colture della terra e delle tipicità, ma anche quale leva di sviluppo nelle aree del Pianeta maggiormente in difficoltà". E’ urgente – sottolinea Andria – sollecitare l’impegno della comunità internazionale affinché il tema della sicurezza alimentare divenga parte integrante delle politiche di sostegno che i Paesi sviluppati assumono a favore di quelli più poveri e svantaggiati, ed è  altrettanto urgente – conclude Andria – che l’Italia compia uno sforzo di responsabilità ed assuma un ruolo di riferimento e di guida"