Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Strage in Pakistan al comizio elettorale

redazione

Sono oltre un centinaio i morti, questo è un bilancio ancora provvisorio, dell’attacco suicida contro un comizio elettorale nel Nord-ovest del Pakistan. Lo hanno detto fonti governative. I feriti sono almeno 120, di questi una ventina in condizioni critiche. L’attacco è avvenuto a Mastung, a circa 40 chilometri dalla capitale del Belucistan, Quetta. Secondo il ministro degli Interni del Belucistan Agha Umar Bungalzai, l’attacco ha preso di mira un raduno del politico Mir Siraj Raisani, che è morto. “Ha ceduto alle sue ferite quando è stato trasferito a Quetta”, ha detto il funzionario. Raisani, era un candidato per una sede provinciale del Baluchistan Awami Party (BAP). Apparentemente, questo è un attentato suicida”, ha aggiunto.