Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Sono 65 le imprese italiane faranno il loro ingresso sui mercati esteri

redazione

Sono 65 le imprese italiane che, grazie a SIMEST, a breve faranno il loro ingresso sui mercati esteri promuovendo i loro prodotti. La società che insieme a SACE costituisce il Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo CDP nel mese di gennaio 2018 ha concesso finanziamenti per oltre 21 milioni di euro a imprese nazionali per operazioni commerciali in 16 Paesi: Albania, Arabia Saudita, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cina, Cuba, Emirati Arabi, Giappone, Iran, Kosovo, Marocco, Perù, Russia, Serbia, Svizzera e Stati Uniti. Tra le aziende supportate, hanno ottenuto risorse a tasso agevolato per l’apertura o il potenziamento delle sedi commerciali all’estero: MGM Mondo del Vino Srl, azienda di Forlì che – grazie al finanziamento SIMEST – rafforzerà la sua presenza sul mercato russo. Nata nel 1991, MGM svolge attività di affinamento e imbottigliamento del vino (principalmente doc, docg, dop, igp e igt), nonché di gestione della logistica e della vendita, con larga prevalenza verso i mercati di esportazione. Dal 2015 SIMEST ne sostiene il piano di sviluppo internazionale come partner nel capitale. Inoltre, MGM è cliente anche di SACE e SACE BT con cui ha assicurato le proprie forniture all’estero e ha ottenuto finanziamenti per l’internazionalizzazione tra il 2009 e il 2016. Confezioni di Chio Srl, società di Andria (BT) che ha scelto SIMEST per finanziare l’acquisto di un immobile sito nella città di Kavaje in Albania da destinarsi ad uso ufficio e negozio. L’azienda dal 1987 è specializzata nella creazione, produzione e distribuzione di capi intimi per uomo, donna e bambino. Anche grazie a materie prime acquistate presso fornitori con certificazione Oeko-Tek – che garantisce l’assenza di coloranti cancerogeni e coloranti allergenici – è licenziataria, sia per la produzione che per la vendita, di marchi di fascia alta quali Luciano Soprani e Pierre Cardin.