Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Siria – 400mila persone rimaste intrappolate nel Ghouta.

redazione

Operatori umanitari hanno dato inizio all’evacuazione medica d’urgenza in Ghouta orientale, zona della Siria sotto il controllo dei ribelli assediata dalle forze di Damasco. L’ha annunciato ieri il Comitato internazionale della Croce rossa (ICRC), dopo un mese d’attesa nel quale sono morte almeno 16 persone. “Questa sera la Mezzaluna rossa siriana,  è la squadra dell’ICRC hanno avviato l’evacuazione dei casi medici critici di Ghouta orientale verso Damasco”, ha dichiarato l’ICRC sul suo account Twitter ufficiale. Delle foto accompagnano i tweet e mostrano un convoglio di ambulanze pronto a evacuare i pazienti in stato critico. Un’altra organizzazione umanitaria, la Syrian American Medical Society, ha affermato che le evacuazioni riguardano “29 casi critici per i quali l’evacuazione medica verso Damasco è stata approvata. Quattro pazienti sono stati evacuati oggi”. I prossimi pazienti dovrebbero essere trasportati nei prossimi giorni, secondo l’organizzazione. Circa 400mila persone sono rimaste intrappolate nel Ghouta, assediato dal regime di Bashar al Assad da metà 2013. Nella provincia si sono registrati casi di malnutrizione. La metà delle persone che restano nell’area sono bambini.