Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Si è insediato il 65° Governo della Repubblica. Ieri primo Consiglio dei Ministri.

di Lorenzo Peluso.

Roma – Prima riunione ieri del Consiglio dei Ministri. “Ringrazio Gentiloni. Ora al lavoro”. Sono le prime parole da premier di Giuseppe Conte, che ha giurato davanti al Capo dello Stato Sergio Mattarella, insieme ai 18 ministri, pronunciando la formula di rito (“Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della nazione”). Il governo è entrato così nella pienezza dei suoi poteri.  Primo provvedimento la decisione sul Comune di Scafati. Il Consiglio dei ministri, infatti, su proposta del Ministro dell’interno Matteo Salvini, tenuto conto che non risulta ancora conclusa l’azione di recupero e di risanamento delle istituzioni locali dai condizionamenti esercitati dalla criminalità organizzata, ha deliberato la proroga, per sei mesi, dello scioglimento del Consiglio comunale di Scafati (SA).  Il premier Conte ha inoltre proceduto all’attribuzione delle funzioni e delle deleghe. Il governo è un esecutivo con 18 ministri, di cui 5 donne e un sottosegretario. Comprende 7 membri dei cinque stelle, 6 della Lega e 6 tecnici. Giuseppe Conte è affiancato dai leader dei due partiti della maggioranza, M5s, Luigi Di Maio e Lega, Matteo Salvini, entrambi vicepremer. Presidente del Consiglio: Giuseppe Conte; – Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Giancarlo Giorgetti (Lega) – Ministro dell’Economia: Giovanni Tria (tecnico) – Ministro degli Esteri: Enzo Moavero Milanesi (tecnico) – Ministro degli Interni: è il leader leghista Matteo Salvini (vicepremier) – mentre il leader del M5s Luigi Di Maio, ricoprirà la carica di Ministro dello Sviluppo Economico e Lavoro (e vicepremier) – Ministro ai Rapporti con il Parlamento: Riccardo Fraccaro (M5s) – Ministro degli Affari Europei: Paolo Savona (tecnico) – Ministro della Difesa: Elisabetta Trenta (M5s) – Ministro della Giustizia: Alfonso Bonafede (M5s) – Ministro della Pubblica Amministrazione: Giulia Bongiorno (Lega) – Ministro della Salute: Giulia Grillo (M5s) – Ministro degli Affari Regionali: Erika Stefani (Lega) – Ministro del Sud: Barbara Lezzi (M5s)- Ministro dell’Ambiente: Sergio Costa (tecnico)- Ministro ai Disabili e alla Famiglia: Lorenzo Fontana (Lega)- Ministro dell’Agricoltura e del Turismo: Gian Marco Centinaio (Lega)- Ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture: Danilo Toninelli (M5s) – Ministro dell’Istruzione: Marco Bussetti (tecnico) – Ministro dei Beni Culturali: Alberto Bonisoli (tecnico).