Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Si aprono le porte del Senato per i nuovi eletti.

redazione

Da ieri porte aperte a Palazzo Madama, le porte del Senato, per i nuovi eletti. L’accoglienza dei senatori è iniziata alle ore 14.30 e proseguirà tutti i giorni fino a sabato 24 marzo. Primo ingresso in Parlamento per Matteo Salvini e Matteo Renzi. Umberto Bossi torna a Palazzo Madama dopo 5 anni, si registrerà giovedì. Tra le new entry, Adriano Galliani, Vasco Errani e Toni Iwobi, primo senatore di colore in Italia eletto con la Lega. Un ritorno per Niccolò Ghedini e Pier Ferdinando Casini, il veterano, che è alla sua decima legislatura consecutiva.Gli eletti sono accolti all’ingresso di Piazza Madama dagli assistenti parlamentari che verificano l’identità con telegramma di convocazione e documento di identità. Successivamente i Senatori si recano nella Sala Caduti di Nassirya dove viene allestita la struttura di accoglienza. I Senatori devono compilare un apposito foglio notizie e ricevono le informazioni necessarie per i primi adempimenti. I Senatori subentranti potranno effettuare le operazioni di accoglienza successivamente alla proclamazione, prevista nella seduta del 23 marzo. I 315 neo senatori, quindi, espleteranno le formalità burocratiche per diventare, a tutti gli effetti, parlamentari della Repubblica. A proposito di numeri per 64% dei neo eletti è la prima volta in Parlamento e un terzo sono addirittura a digiuno finora di incarichi politici a qualsiasi livello. L’età media dei parlamentari è la più bassa di sempre: alla Camera 44,33 anni, al Senato 52,12. Il 34% dei nuovi parlamentari è donna: è la percentuale più alta nella storia repubblicana.