Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Scuola, domani l’accordo tra l’Ecole Francese “Alexandre Dumas” e I.I.S. Pagano-Bernini di Napoli

di Antonella D'Alto.

Un accordo storico grazie al quale gli alunni della scuola francese di Napoli potranno iscriversi direttamente al secondo anno del primo biennio di liceo linguistico, nella sezione EsaBac del Pagano-Bernini. Sarà infatti siglato domani al Consolato Generale di Francia a Napoli l’accordo tra l’Ecole Francese “Alexandre Dumas” e I.I.S. Pagano-Bernini di Napoli, che consentirà l’inserimento degli studenti in uscita dalla Scuola Media “Alexandre Dumas” nelle classi EsaBac del liceo Pagano-Bernini. Gli studenti dunque non dovranno sostenere alcun esame integrativo, essendo la loro preparazione della Quatrième Année propedeutica per l’accesso alla seconda classe del linguistico EsaBac. “L’integrazione degli studenti provenienti dalla scuola media francese nel sistema scolastico del secondo grado italiano ci sembrava una questione fondamentale– spiega la direttrice de l’Ecole Alexandre Dumas Nathalie Mary-Beniès. La scuola media francese ha una durata di 4 anni diversamente della scuola italiana che dura solo 3 anni. È nata dunque l’esigenza di creare un ponte tra la scuola media francese e liceo italiano. La convenzione stipulata con il Pagano/Bernini è solo un primo passo, speriamo di coinvolgere successivamente anche altre scuole napoletane come il Sannazaro, l’Umberto I, il Mercalli, il Convitto Vittorio Emanuele e tanti altri”. “L’accordo tra l’Ecole “Alexandre Dumas” e I.I.S. Pagano-Bernini- prosegue la direttrice Nathalie Mary-Beniès – rappresenta un ponte per l’integrazione tra gli studenti italiani e francesi, che nella nostra scuola hanno anche un’apertura verso più lingue insegnate, non solo italiano e francese, ma anche inglese e spagnolo. Uno sguardo ampio verso l’Europa”. L’EsaBac è infatti una certificazione doppia, un solo esame che da accesso a due diplomi: l’esame di stato italiano e il baccalauréat francese. Un simbolo anche dell’intesa tra l’Italia e la Francia che favorisce l’accesso a oltre 250 percorsi universitari italo-francesi. Gli alunni che hanno superato le prove Esabac ottengono infatti il Baccalauréat francese che dà accesso all’università in Francia al pari degli studenti francesi. In Italia le sezioni di EsaBac arrivano a oltre 337, per un totale di 22 mila studenti. La Francia è il terzo paese preferito dagli studenti che decidono di studiare all’estero. Gli studenti stranieri rappresentano oggi il 12% dell’insieme degli studenti iscritti in Francia, con un aumento del 52,7% negli ultimi 7 anni.