Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Sapri (SA), lunedì l’incontro sull’agricoltura sostenibile e l’industria 4.0

Si svolgerà lunedì 23 dicembre alle 18,30, presso la Casa del Buon Pastore di Sapri, l’incontro confronto su una tematica particolarmente sentita e discussa “L’economia campana deve ripartire dai territori. Agricoltura sostenibile e industria 4.0 per rilanciare il il Mezzogiorno”. L’iniziativa si inserisce nell’ambito degli eventi natalizi sapresi ed ha l’obiettivo di fare un punto rispetto alla situazione agroalimentare ed industriale del Cilento e in generale delle Zone interne. Oltre ai saluti iniziali del sindaco di Sapri, Antonio Gentile, del presidente della provincia Michele Strianese, e del presidente dell’Associazione Oltre Pisacane, Franco Maldonado, interverranno, Vito Busillo, presidente Provinciale Coldiretti, Domenico Raimondo, presidente del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana Dop, Tommaso Pellegrino, presidente del Parco Nazionale Cilento, Vallo di Diano e Alburni. Particolarmente attesa la presenza del numero uno degli industriali, Vincenzo Boccia. A moderare i lavori la giornalista Rosaria Sica, giornalista de Il Sole 24 ore.  “Siamo felici di ospitare un parterre così strutturato – spiega il sindaco Antonio Gentile -. I nostri territori hanno bisogno di visibilità, quella buona, quella utile per crescere e costruire un futuro alle nuove generazioni. Oltre a valorizzare le nostre eccellenze è necessario creare i presupposti affinché i giovani trovino un lavoro adatto ai loro percorsi di studio senza essere costretti a lasciare la loro città. Partiamo da qui per rilanciare la nostra economia sia agricola che industriale”.  Un incontro-confronto fortemente voluto dall’Associazione “Oltre Pisacane” e da “Terre del Bussento”. “La presenza dei presidenti di Coldiretti, del Consorzio della mozzarella Dop, del Parco nazionale Cilento, Diano e Alburni e del Presidente Nazionale di Confindustria, Vincenzo Boccia, per noi è di fondamentale importanza, attesta che il nostro territorio può e deve fare ancora di più per raggiungere obiettivi più ambiziosi superando il gap della distanza dai centri più grandi. Se si vuole, tanto ancora si può fare” – ha aggiunto Matteo Martino, Terre del Bussento, promotore dell’iniziativa.