Giornale di approfondimento economico della BCC di Buonabitacolo

Sanza (SA) – Scempio ambientale in località Ciorciari. Rubati oltre 100 quintali di legname

redazione

alberi tagliati 1

Sanza (SA) – Un danno ambientale inestimabile; una ferita inferta al bosco Centaurino, riserva naturale, attaccata in modo vile da “delinquenti e camorristi” così ha detto il sindaco di Sanza, Vittorio Esposito, recatosi ieri pomeriggio in località Ciorciari, a qualche centinaio di metri dal Ponte l’Abate dove ignoti hanno abbattuto alberi secolari portando via materiale legnoso per oltre cento quintali. Un danno economico enorme ma soprattutto uno scempio ambientale e naturalistico che necessita di un intervento immediato. “Faremo una lotta serrata a questi delinquenti; chiediamo l’intervento del prefetto e dei carabinieri. Abbiamo chiesto che le indagini vengano svolte a tutto campo perché questi delinquenti paghino con la galera questo scempio” ha riferito ancora il sindaco Esposito. Un furto di oltre cento quintali di materiale legnoso; una parte del bottino è stato ritrovato in loco, abbandonato perché probabilmente scoperto prima che gli stessi ladri tornassero per completare il lavoro. Sul posto anche i carabinieri forestali della stazione di Sanza che hanno avviato le indagini. “Ai forestali chiediamo il massimo impegno – ha detto ancora il sindaco Esposito – è questo il livello di delinquenza che bisogna perseguire; ci aspettiamo risultati immediati e la cattura dei responsabili. A tal riguardo chiediamo anche al Comando generale dei Carabinieri forestali maggiore attenzione sulla situazione di Sanza dove evidentemente c’è molto lavoro da fare” ha concluso Esposito. Intanto ieri sera in Municipio riunione urgente dell’amministrazione comunale per definire nel dettaglio un piano di azione per il controllo del territorio.

alberi tagliati 2